PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE PER ESTRAZIONE/RECUPERO DI SOSTANZE BIOATTIVE DALLE ACQUE DI VEGETAZIONE (AV) OLEARIE E RELATIVO TRATTAMENTO DELLE STESSE PER LA ELIMINAZIONE DELL’IMPATTO SULL’AMBIENTE MEDIANTE IMPIANTO PILOTA

Tema Prevalente
Partnership con la Comunita' Scientifica

Attori / Soggetti Coinvolti
TechfemSud S.r.l. società di ingegneria impiantistica ed ambientale
Sede: Lamezia Terme (CZ) 88046 – Loc. Bellafemmina S.S.280 Bivio aeroporto n.2
 
Università di Napoli Federico II, Facoltà di Agraria - Dipartimento Scienza degli Alimenti di Portici,  prof. Vincenzo Fogliano

Luogo di Realizzazione
Il progetto dell’impianto pilota è stato eseguito dalla TechfemSud a Lamezia Terme, l’impianto è stato realizzato presso l’oleificio dell’Azienda Agricola Fangiano di Marco Ferrini in Nocera Terinese (CZ) 880047 C.da Fangiano, 16. Le analisi di laboratorio sulle acque tal quali e sui retentati estratti sono state eseguite presso l’Università di Napoli Dpt di Scienza degli Alimenti

Periodo di Svolgimento
Dal 01/06/200830/06/2013

Descrizione
Sperimentazione di un nuovo processo di trattamento per la valorizzazione delle acque di vegetazione olearie per il recupero di sostanze nobili e nel rispetto dell’ambiente. L’obiettivo è di promuovere lo sviluppo di nuovi prodotti mediante l’applicazione di nuove tecnologie con forme innovative per il riutilizzo/recupero di rifiuti agricoli ed eliminazione del loro impatto sull’ambiente.
L’estrazione viene effettuata con una serie di quattro membrane: Microfiltrazione (MF), Ultrafiltrazione (UF), Nanofiltrazione (NF) ed Osmosi Inversa (OI).
Le acque di vegetazione (AV) vengono enzimate in linea e stoccate in atmosfera controllata di azoto in un grande serbatoio per 24 ore al fine di consentire alle macromolecole di oleuropeina di scomporsi in composti più pregiati: tirosoli ed idrossitirosoli.
Le AV vengono finemente pre-trattate per asportare residui solidi e filamenti che potrebbero velocemente intasare la prima membrana di MF con una doppia serie di filtri meccanici da 100, 60 e 25 micron a rigenerazione automatica. Quindi vengono passate nella sequenza di membrane. Il retentato della MF viene inviato allo scarico e recuperato come biomassa. Il retentato della UF comprendente prevalentemente polifenoli, cosi come il retentato della NF con prevalenza di tirosoli e quello dell’OI con prevalenza di idrossitirosoli vengono recuperati in serbatoi sempre ad atmosfera controllata di azoto ed inviati allo spray drying per ottenerne polvere ad uso commerciale.

Obbiettivi Raggiunti
Messa a punto di una tecnologia di estrazione che, sebbene molto enunciata in letteratura, ha presentato molte problematiche ed esigenze di notevoli accorgimenti impiantistici.
Benefici materiali:

  • Ottenimento di prodotti nobili segregati per le diverse aree di utilizzo (cosmetico, nutraceutico e di integratori alimentari).
  • Trattamento delle acque di vegetazione olearie in quanto il permeato dell’Osmosi Inversa è un’acqua bevibile e quindi pienamente utilizzabile sia nell’ambito della molitura che scaricabile in superficie.
  • Potendo disporre di tutta la filiera dal campo (con produzione biologica certificata) al prodotto finito per il mercato degli antiossidanti attraverso impianti, apparecchiature e processi qualificati secondo sistema di autocontrollo HACCP, le prime uscite verso il mercato sembrano piuttosto promettenti.
Benefici immateriali:
  • Ulteriore affermazione di essere un’azienda agricola aperta all’innovazione tecnologica, alla tutela e al rispetto dell’ambiente ed all’alta qualità dei prodotti.
Ricaduta di immagine sull’attività agrituristica per l’incremento di prodotti distribuibili (cosmesi antiage) ed utilizzabili durante i soggiorni (linea cortesia).

Altre Informazioni
Il fattore che consente all’azienda agricola Fangiano ed all’attività agrituristica di Calabrialcubo di intraprendere attività di ricerca e sviluppo è la stretta collaborazione con la società di ingegneria TechfemSud S.r.l. e la capacità di interazione con organi di ricerca qualificati universitari.
Difficoltà incontrate da parte del supporto finanziario pubblico (PSR) per l’eccessiva lentezza sia nell’approvazione del progetto che per l’esito della rendicontazione. Il ns motto ormai è “facciamo quello in cui crediamo, finanziato o no”.


Dai la Tua Valutazione

  • 1) Rilievo dell’iniziativa di sostenibilità rispetto all’azienda che l’ha promossa e alla filiera di riferimento.
  • Valutazione:
  • 2) Effetto potenziale dell’iniziativa sull’orientamento alla sostenibilità delle aziende associate e del settore agricolo in generale.
  • Valutazione:
  • 3) Replicabilità della pratica in altre situazioni e contesti del settore agricolo.
  • Valutazione:

AZIENDA AGRICOLA FANGIANO DI MARCO FERRINI

Indirizzo
(CZ) - Calabria

Settore Produttivo
Agroenergetico, Agroforestale e arboricoltura da legno, Olivicolo, Ortofrutticolo, Zootecnico

Multifunzionalità:
Agriturismo, Fattorie didattiche, Trasformazione prodotti agricoli

Tipologia d’Impresa
Imprese Agricole Assuntrici di Manodopera

Numero Dipendenti
oltre 10

Estensione Azienda
50 Ha

Principali Tipologie di Coltivazione
Olivicoltura, Allevamento bovini da carne, orticoltura, erbe aromatiche, agriturismo, produzione di biomasse (cippato)

Principali Tipologie e Numero di Capi:
Bovini da carne, ciclo chiuso con 20 fattrici e 1 toro.

Altre Attività
Laboratorio di trasformazione di verdure e ortaggi in conserve e sott'oli, essiccazione erbe aromatiche.