AGRICOLTURA SOSTENIBILE E VENDITA DIRETTA

Tema Prevalente
Tutela dell’Ecosistema

Attori / Soggetti Coinvolti

Luogo di Realizzazione
BRIONA, NOVARA

Descrizione
Situati in posizione collinare ad un’altitudine di circa 260 mt s.l.m. il terreno, di natura argillosa, è caratterizzato da pietre e ciotoli che riducono la vigoria della pianta favorendo la qualità del frutto. La densità d’impianto elevata garantisce basse rese di produzione d’uva per pianta e le tecniche colturali sono mirate al rispetto dell’ambiente e della qualità del prodotto. gran parte del lavoro in vigneto è manuale, costantemente mirato ad ottenere i migliori grappoli d’uva con il giusto grado di maturazione. La selezione delle uve è molto severa e prevede l’eliminazione anche consistente di grappoli durante l’estate fino a pochi giorni dalla raccolta. La vendemmia è effettuata manualmente,  in cassette, con rigorosa cernita dell’uva. La pigiatura è immediata, dopo poche ore dalla raccolta, in modo da mantenere la massima fragranza del frutto, ricco di aromi e caratteristico del nostro territorio.
La scelta di diventare viticoltori nelle colline orientali del Piemonte non è stata casuale ma ragionata, seppur in parte dettata dal cuore. La famiglia è originaria del nord Piemonte, zona in cui si ottengono da secoli uve pregiate che danno vita ad alcune delle più nobili doc e docg regionali. Si tratta di un territorio caratterizzato da suoli di origine morenica, formati su materiale di recente erosione depositatisi ai piedi dei pendii e nei fondi valle. Il terreno particolarmente ricco di sali minerali e le estati relativamente fresche e piovose permettono alla pianta di esprimere al meglio le proprie potenzialità producendo uve di ottima qualità e dalle caratteristiche di colore, profumo e sapore uniche. Qui il nebbiolo, vitigno Principe in Piemonte, riesce a dare il meglio di sé. Agli aromi ed ai profumi che lo contraddistinguono si aggiunge un colore intenso e duraturo che è tipico solo dei nebbioli di qualità. Il principe dei vitigni piemontesi è affiancato da altre pregiate varietà regionali quali barbera, vespolina ed uva rara dalle quali otteniamo i nostri vini rossi. La nostra scelta è stata da sempre quella di valorizzare le varietà autoctone, esaltando così le tradizioni di una terra che ha sempre fatto del vino il suo elemento di maggior pregio. Quest’attenzione verso il passato non ci impedisce però di interpretare anche in chiave moderna l’attività vitivinicola: abbandonato il “maggiorino”, tipica forma di coltura locale, caratterizzata da una grande quantità d’uva a discapito della qualità, ci si è orientati verso filari a spalliera con gestione della chioma con potatura a guyot ed inerbimento costante dell’interfilare. Questa gestione del vigneto, moderna e rispettosa dell’ambiente, si completa con la realizzazione dei necessari trattamenti antiparassitari che sono effettuati seguendo principi di “lotta guidata”, utilizzando tecniche ecocompatibili e prodotti rispettosi dell’ambiente. Il tutto condito da un elemento senza il quale anche l’impresa più semplice diventa ardua: la passione.

Obbiettivi Raggiunti
Vendita diretta, fidelizzazione e riconoscimenti a livello nazionale.


Dai la Tua Valutazione

  • 1) Rilievo dell’iniziativa di sostenibilità rispetto all’azienda che l’ha promossa e alla filiera di riferimento.
  • Valutazione:
  • 2) Effetto potenziale dell’iniziativa sull’orientamento alla sostenibilità delle aziende associate e del settore agricolo in generale.
  • Valutazione:
  • 3) Replicabilità della pratica in altre situazioni e contesti del settore agricolo.
  • Valutazione:

BIANCHI CECILIA

Indirizzo
(NO) - Piemonte

Settore Produttivo
Vitivinicolo

Multifunzionalità:
Trasformazione prodotti agricoli, Vendita Diretta Prodotti Agricoli

Numero Dipendenti
da 1 a 5

Estensione Azienda
HA12

Principali Tipologie di Coltivazione
UVA DA VINO E PRODUZIONI DOC

Altre Attività