Agricoltura Sociale e Spighe Verdi
21.02.2020

Con "Eureka: solleviamo l'orto" la Casa del Pietro di Arezzo accoglie i ragazzi speciali

Con il progetto “Eureka: Solleviamo l’orto”, l'Azienda agricola Casa del Pietro di Capolona (Arezzo) è una delle tre vincitrici del Bando Coltiviamo Agricoltura Sociale, indetto da Confagricoltura, Onlus Senior-L’Età della Saggezza, in collaborazione con Reale Mutua Foundation. La Casa del Pietro nasce con Serena e Fabio, genitori di due bambini speciali. Il loro sogno era ed è quello di dar vita a un ambiente dove far nascere amicizia e impegno sociale attraverso la riscoperta della natura e la cura degli animali. Tra le attività, anche i soggiorni estivi per bambini dai 5 ai 16 anni.

Il progetto è dedicato al supporto ad altre famiglie con ragazzi speciali, attraverso la cura dell’orto (concepito con il metodo “Hugel”, che ha dato l’idea al progetto stesso), nella gestione di un pollaio, ma anche nella trasformazione degli ortaggi e delle erbe aromatiche, fino alla vendita dei prodotti all’interno dell’azienda.

“È per noi motivo di orgoglio avere una delle 3 aziende vincitrici del concorso nazionale – dice Gianluca Ghini, direttore di Confagricoltura Arezzo – Testimonia che l'agricoltura oggi nel nostro territorio non è soltanto produrre eccellenze agroalimentari, ma anche ha una azione sociale concreta che spazia dalla integrazione tra religioni diverse al coinvolgimento di persone meno fortunate di noi.” “Congratulazioni all'azienda Casa del Pietro – sottolinea Marco Neri, presidente di Confagricoltura Toscana - per aver rappresentato al meglio la nostra regione, dimostrando un aiuto concreto anche nel Terzo settore.”  

Scopri qui  l'azienda di Serena e Piero

Nella foto: i titolari dell'azienda insieme al presidente di Confagricoltura Giansanti il giorno della premiazione, che si è svolta a Palazzo Della Valle