THINK GREEN Punto 4) COMUNICARE IN MANIERA SOSTENIBILE

Tema Prevalente
Dialogo con i Consumatori

Attori / Soggetti Coinvolti
Podere di Pomaio, Brand Factory

Luogo di Realizzazione
Podere di Pomaio

Periodo di Svolgimento
Dal 01/01/2010

Descrizione
Aspetto fondamentale del progetto Think Green è quello legato alla comunicazione.
A partire dal sito internet aziendale, volutamente di colore nero per essere meno impattante, abbiamo deciso di ridurre le emissioni. A seguito di un accordo con LifeGate che ci fornisce il servizio, a fine anno compensiamo le emissioni di CO2 derivanti dalla nostra presenza web e dal traffico generato dal sito pagando un cifra X per riforestare l’Amazzonia.
Altro punto fondamentale della nostra comunicazione è rappresentato dal fatto che abbiamo abbattuto del 90% l’utilizzo di carta smettendo di produrre brochure aziendali e schede tecniche cartacee digitalizzando il tutto e caricando il file nella nostra area download. Con il supporto di semplici segnalibro in carta FSC riportanti un QRCode invogliamo i consum-attori a visitare il nostro sito dove possono reperire tutte le info su azienda e vino consultabili da tablet e smartphone. L’aspetto ludico del gaming legato ai QR non è di secondaria importanza. L’utilizzo dei segnalibro non è casuale dato che tra i nostri impegni c’è quello di creare cultura della sostenibilità. Tale effort si concretizza in una serie di appuntamenti in azienda come “I giorni del vino sostenibile/ il buon packaging” o “God save the green”, giornate di confronto con tavole rotonde sulle prospettive green del nostro territorio a cui partecipano da amministratori pubblici a professori di istituti di alta formazione post universitaria fino a imprenditori virtuosi.
Altro aspetto da non sottovalutare è la comunicazione su prodotto, un esempio su tutti il nostro rosato chiamato rosAntiCo, vino delicato che ha necessitato di un tappo sigillante come quelli in silicone, pratica inaccettabile per la filosofia aziendale ma essendo il silicone semplicemente materiale plastico e in quanto tale riciclabile, aggiungendo un costo alla produzione non ricaricato sul cliente finale abbiamo deciso di stampare sui tappi “Please Recycle” creando consapevolezza sui consum-attori che di fatto il tappo deve essere smaltito in maniera consapevole. La nostra comunicazione è principalmente social dando così vita ad un flusso di informazioni bidirezionale che ci permette di apprendere e imparare dai nostri consum-attori ponendoli al centro anche del processo di creazione del valore. Questa cooperazione sarà una delle chiavi di volta per le attività future. Podere di Pomaio è oltre il brand, è una piccola LoveMark

Obbiettivi Raggiunti
Grande risparmio per l’azienda, flessibilità estrema nel cambiare i contenuti della comunicazione, consum-attori che partecipano alla creazione del valore aziendale, dialogo e scambio continuo, crescita dei quadri aziendali

Altre Informazioni
Siamo stati molto facilitati dalle skills e expetise interne all’azienda e anche dal fatto di essere giovani dentro un’azienda giovane


Dai la Tua Valutazione

  • 1) Rilievo dell’iniziativa di sostenibilità rispetto all’azienda che l’ha promossa e alla filiera di riferimento.
  • Valutazione:
  • 2) Effetto potenziale dell’iniziativa sull’orientamento alla sostenibilità delle aziende associate e del settore agricolo in generale.
  • Valutazione:
  • 3) Replicabilità della pratica in altre situazioni e contesti del settore agricolo.
  • Valutazione:

POMAIO SOCIETA' AGRICOLA SEMPLICE - PODERE DI POMAIO

Indirizzo
(AR) - Toscana

Settore Produttivo
Agroforestale e arboricoltura da legno, Vitivinicolo

Multifunzionalità:
Agriturismo

Tipologia d’Impresa
Imprese Agricole Assuntrici di Manodopera

Numero Dipendenti
da 1 a 5

Estensione Azienda
23 Ha

Principali Tipologie di Coltivazione
Vite (Sangiovese e Merlot)

Altre Attività
15.000 bottiglie di vino Biologico prodotte all’anno. 4 IGT e 1 Chianti DOCG Piccola produzione di EVO bio.


Altre Best Practices per Questa Azienda