GESTIONE ENERGETICA AZIENDALE ed IMPRONTA CARBONICA

Tema Prevalente
Efficientamento del Processo Produttivo

Attori / Soggetti Coinvolti
Personale aziendale / Opinione pubblica

Luogo di Realizzazione
AZZANO DECIMO (PN) – PORCIA (PN) - PORDENONE

Descrizione
Nel rispetto delle politiche e degli obiettivi comunitari per la riduzione delle emissioni inquinanti, la valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili e la sostenibilità ambientale, l’azienda ha siglato un accordo volontario con il Ministero dell’Ambiente per il calcolo e la neutralizzazione dell'impronta di carbonio. L'accordo si inserisce all’interno di un programma italiano per la valutazione dell’impronta ambientale: è un protocollo che permetterà di creare ed adottare un sistema di regole in cui i criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale e sostenibilità ambientale interverranno in modo paritario nella ricerca di soluzioni efficaci per la sostenibilità della filiera vino. L'impronta di carbonio è la misura delle emissioni di CO2, ovvero la misura dell'impatto che le attività umane hanno sull'ambiente in termini di ammontare di gas serra prodotti, misurati in unità di diossido di carbonio. La prima fase del progetto è stata l’analisi dell’impronta di carbonio del prodotto vino nelle diverse fasi del ciclo di vita. Successivamente si passerà all’individuazione delle possibili misure da attuare per la riduzione delle emissioni, all’individuazione delle possibili misure per la riduzione o neutralizzazione dell’impronta di carbonio, e delle strategie ed iniziative di comunicazione al pubblico dei risultati dell’analisi.
Nell’ambito della catena virtuosa creata la riduzione dei consumi energetici è un altro fondamento su cui si basa la filosofia produttiva. In questo senso si inserisce la creazione e definizione di un sistema di gestione energetico, che ha condotto all’ottenimento della certificazione ISO 50001 come prima azienda agricola nel mondo, a dimostrazione dell’impegno per la sostenibilità ambientale. La ISO 50001 rappresenta una best practice internazionale nella gestione dell'energia basata su normative nazionali e regionali vigenti. Lo standard ha permesso di mettere in atto i processi necessari per analizzare  il consumo di energia, ad attivare piani, obiettivi e indicatori di prestazione energetica per ridurre i consumi e ad individuare le opportunità per migliorare il rendimento energetico.

Obbiettivi Raggiunti
Certificazione ISO 50001: prima azienda agricola in Europa
Assunzione di tecnico incaricato nella gestione certificazioni

Altre Informazioni
http://
http://www.youtube.com/watch?v=nuTO_5S7SkMwww.youtube.com/watch?v=AxAtYH7IwOk


Dai la Tua Valutazione

  • 1) Rilievo dell’iniziativa di sostenibilità rispetto all’azienda che l’ha promossa e alla filiera di riferimento.
  • Valutazione:
  • 2) Effetto potenziale dell’iniziativa sull’orientamento alla sostenibilità delle aziende associate e del settore agricolo in generale.
  • Valutazione:
  • 3) Replicabilità della pratica in altre situazioni e contesti del settore agricolo.
  • Valutazione:

SOC. AGR. PRINCIPI DI PORCìA E BRUGNERA S.S.

Indirizzo
(PN) - Friuli-Venezia Giulia

Settore Produttivo
Agroenergetico, Agroforestale e arboricoltura da legno, Seminativi e coltivazioni industriali, Vitivinicolo, Zootecnico

Multifunzionalità:
Vendita Diretta Prodotti Agricoli

Tipologia d’Impresa
Imprese Agricole Assuntrici di Manodopera

Numero Dipendenti
oltre 10

Estensione Azienda
850 Ha

Principali Tipologie di Coltivazione
CICLO ANNUALE (MAIS, SOIA, TRITICALE)
CICLO PLURIENNALE (VITE, PIOPPI, NOCI)

Principali Tipologie e Numero di Capi:
VACCHE DA LATTE 250 CAPI

Altre Attività
VINIFICAZIONE ED IMBOTTIGLIAMENTO
DUE PUNTI VENDITA (AZZANO DECIMO – PORCIA)


Altre Best Practices per Questa Azienda