23.01.2018

Bulgaria: in aumento la superficie destinata a biologico

Negli ultimi anni la Bulgaria ha registrato il più alto incremento del numero di terreni destinati all’agricoltura biologica nell’ambito dell’Unione Europea.

Tra il 2010 ed il 2016 i terreni sono aumentati del 35%, sulla base dei dati forniti dalla Commissione europea.

Alla Bulgaria, posizionatasi al primo posto, segue la Croazia. Anche la Francia e Cipro mostrano un aumento significativo (circa il 10%), mentre l’unico Paese nel quale è stata registrata una riduzione è il Regno Unito, dove il calo ha raggiunto il 30% in sei anni.

Tra il 2010 e il 2016 nell’Unione Europea i terreni destinati alle colture biologiche sono stati complessivamente ​​12 milioni di ettari. Considerando l'attuazione di diversi indicatori della Politica agricola comune (PAC), entro il 2020 il 6,7% di tutti i seminativi sarà biologico.