01.04.2020

UE Vietnam: si avvicina l'applicazione dell'accordo


Ieri il Consiglio europeo ha adottato una decisione relativa alla conclusione dell’accordo di libero scambio tra l'Unione europea  ed il Vietnam che rappresenta un ulteriore passo verso l’applicazione dell'intesa che, per la parte commerciale, potrebbe avvenire entro l’estate prossima.

L’accordo per la protezione degli investimenti, invece, dovrà essere ratificato dai singoli Stati membri.

Si ricorda, infatti, che, come per il CETA, la ratifica da parte degli Stati membri è prevista in modo specifico per la parte dell’intesa riferita agli investimenti. In questo caso, però, a differenza dell’accordo con il Canada, tale procedura  non condizionerà in alcun modo la parte commerciale poiché si tratta di due accordi a se stanti.

“Nel rimarcare la convinzione che la realizzazione dei trattati bilaterali tra l’Unione europea ed i Paesi terzi rappresenti la soluzione più favorevole allo sviluppo delle nostre imprese, l’accordo con il Vietnam – sottolinea Confagricoltura - ci vede perplessi e per alcuni aspetti anche critici. D’altra parte la stessa Commissione lo definisce volontariamente “asimmetrico” poiché tiene conto che si tratta di un Paese in via di sviluppo”.

Non soddisfa affatto ad esempio  la concessione europea di un contingente a dazio zero di 80.000 tonnellate per il riso e lascia fortemente perplessi il riconoscimento delle denominazioni di origine almeno apparentemente sbilanciato verso il Vietnam.
Positivo, invece, l’abbattimento dei dazi sulle esportazioni europee di vino.