26.09.2017

Psr giovani, Confagricoltura: "Bene l'impegno della Regione, ma occorre fare un ulteriore sforzo"

Lunedì 25 settembre, la Giunta regionale ha deliberato di utilizzare 7,8 milioni di economie per lo scorrimento delle graduatorie relative alle domande di contributo per l’ammodernamento delle aziende agricole dei giovani agricoltori (bando 2016 dell’operazione 4.1.2).
È un primo segnale che apprezziamo – dichiara il presidente di Confagricoltura Piemonte e Cuneo, Enrico Allasiain quanto accoglie, almeno in parte, le sollecitazioni del mondo agricolo che rappresentiamo.”
La decisione della Regione di consentire lo scorrimento delle graduatorie arriva dopo le numerose istanze da noi presentate in occasione dei Tavoli Verdi – spiega Marco Bruna, direttore di Confagricoltura zona di Saluzzo e Savigliano - . La Regione ha compreso l’esigenza reale dei giovani agricoltori che, dopo diversi anni di attesa dei bandi, hanno presentato le domande su questa prima misura con una certa aspettativa e hanno intrapreso gli investimenti. È certamente un passo importante, ma confidiamo che non ci si fermi qui: occorre infatti proseguire con celerità per finanziare i progetti dei giovani che hanno deciso di investire in agricoltura.
Confagricoltura ricorda che, nonostante questo intervento, sono ancora molte le aziende (oltre 400) che rimangono escluse dai contributi, pur possedendo i requisiti per poter essere finanziate. In alcuni casi si tratta di giovani imprenditori che hanno ottenuto l’approvazione del piano d’insediamento, ma che non avranno la possibilità di realizzare o completare gli investimenti programmati, nonostante posseggano le caratteristiche per essere ammessi in graduatoria.
Chiediamo perciò un ulteriore impegno alla Regione – conclude Allasia – affinché tutti i progetti considerati ammissibili possano essere finanziati, per poter così consentire un maggior insediamento e sviluppo di nuove attività condotte da giovani, capaci di creare reddito e occupazione sul territorio.