24.11.2014

Agrinsieme, i soldi alla Federconsorzi sono uno "scippo" agli Italiani. Più rispetto per l'agricoltura e per tutti i suoi rappresentanti

Roma, 24 novembre 2014 - Puntualmente, ogni volta che si mette mano alla Legge di Stabilità, giungono notizie di colpi di mano diretti a infilare nel ddl all’esame un emendamento volto a recuperare il tesoretto della Federconsorzi di 400 e più milioni di euro. E’ il commento di Agrinsieme alle notizie di agenzie che rilevano il nuovo tentativo di rifinanziare Federconsorzi.
 
“In un momento molto difficile per il Paese, per il sistema economico nazionale e per l’agricoltura, è inammissibile -sottolinea il coordinamento di Agrinsieme - che si resusciti lo spettro della Federconsorzi, uno degli scandali più grandi della storia repubblicana, e, per di più, con l’erogazione di un regalo da 400 milioni di euro. Questo probabilmente i proponenti devono spiegarlo ai tanti cittadini che non riescono a giungere a fine mese e soprattutto agli agricoltori che stanno operando tra mille ostacoli, con la questione Imu tutt’altro che risolta, e che dei soldi della Federconsorzi non vedranno nemmeno un centesimo".
 
"Non ci stiamo -conclude Agrinsieme -. Ci batteremo con tutta la nostra forza e con l’appoggio dei produttori agricoli per contrastare questo ‘scippo’ agli Italiani”.