17.10.2017

Legge di Stabilità, Agrinsieme: bene "bonus verde", incentivo a migliore cura ambiente

Una manovra con elementi di sviluppo e innovazione, a partire dalle novità del “bonus verde”, che incentiva il florovivaismo riconoscendo il ruolo fondamentale del green nel mitigare gli effetti dello smog e migliorare la vivibilità dentro le mura cittadine. Così Agrinsieme entra nel merito della nuova legge di Stabilità, spiegando che la misura è stata fortemente sostenuta dal coordinamento, che riunisce Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative agroalimentari.
La promozione del verde, con la detrazione del 36% per la cura di giardini e terrazzi, è una novità sostanziale che porta con sé nuovi posti di lavoro. Il settore florovivaistico conta oltre centomila addetti, che rappresentano più del 10% degli occupati agricoli complessivi, e vale 2,6 miliardi in termini di produzione agricola.
La funzione del verde, sia pubblico che privato, diventa sempre più importante -spiega Agrinsieme-. Da una parte contiene gli effetti dello smog, responsabile dell’11% dei casi di aggravamento di asma dei bambini e del 18% dei problemi acuti negli anziani affetti da problemi respiratori, dall’altro il verde può essere adibito alle coltivazioni a uso domestico con gli orti urbani. In questo modo non solo si dà un aiuto alle famiglie, ma si salvaguarda il paesaggio sottraendo all’incuria e al degrado terreni spesso lasciati incolti e abbandonati. Infine, è un fattore capace di aumentare la vivibilità dei centri urbani, considerato l’effetto benefico che il verde ha anche da un punto di vista psicologico per i cittadini.
Proprio sul tema dell’importanza del verde per la salute e il benessere delle persone, Agrinsieme organizzerà una tavola rotonda, in programma a Pistoia il prossimo 14 novembre, dal titolo “Verde è vita”, che intende mettere in luce le numerose ricadute positive del green, sia in termini di miglioramento della qualità della vita che da un punto di vista ambientale, occupazionale ed economico.