25.10.2018

A Fruit Attraction le Oi di Italia, Francia, Spagna e Ungheria fanno squadra

A Fruit Attraction, la fiera dell’ortofrutta di Madrid, è stato siglato ieri un accordo che impegna Ortofrutta Italia e altre 3 Oi (Organizzazioni Interprofessionali) ortofrutticole a condividere temi comuni in vista anche di possibili posizioni convergenti da portare avanti a Bruxelles.
Al protocollo d’intenti, che si propone di puntare sul gioco di squadra per migliorare la qualità e il valore dei prodotti ortofrutticoli ma anche il consumo di frutta e verdura, hanno aderito anche Hortiespaña, la francese Interfel e l’ungherese FruitVeb, in rappresentanza, rispettivamente, di Spagna, Francia e Ungheria.
“Le Oi condividono – ha detto Nazario Battelli, presidente di Ortofrutta Italia - una comune cultura interprofessionale e sono soggette allo stesso regolamento europeo. Potranno scambiarsi pratiche ed esperienze, con l’obiettivo di rafforzare anche le Oi ortofrutticole di recente costituzione”.
Gli impegni contenuti nella dichiarazione congiunta prevedono incontri regolari allo scopo di  scambiarsi informazioni sui temi economici, della promozione e della comunicazione istituzionale, delle esportazioni e di come evolvono ricerca e innovazione nel settore ortofrutticolo.
Il prossimo appuntamento tra le 4 Oi dell’ortofrutta è gia stato fissato a Berlino con Fruit Logistica, altro grande palcoscenico internazionale del settore. Potrebbe esserci, tuttavia, anche Rimini con l’edizione 2019 di Macfrut 2019, il maggiore evento italiano di riferimento per l’ortofrutta .
L’accordo è strategico anche per un altro traguardo da raggiungere, quello di creare alleanze su temi di interesse a livello di Unione europea non solo per quanto riguarda l’armonizzazione delle norme, ad esempio tra i Paesi Ue e i Paesi Extra-Ue, ma anche per quanto riguarda le future strategie in tema di Ocm ortofrutta. Il neo comitato delle Oi europee aspetta intanto nuove adesioni.