14.02.2019

Agrinsieme: agricoltura pugliese, accolte da Centinaio nostre richieste a sostegno olivicoltura

“Ringraziamo il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio e il Sottosegretario Alessandra Pesce per aver accolto le legittime istanze degli olivicoltori pugliesi, scesi oggi in piazza a Roma per protestare pacificamente e chiedere maggiore attenzione nei confronti di un settore che in Puglia conta oltre 350 mila imprese e rappresenta il 13,59% del totale delle aziende agricole italiane, per un valore della produzione di circa 4 miliardi di euro l’anno”. Lo affermano il coordinatore di Agrinsieme Franco Verrascina e i copresidenti Dino Scanavino, Massimiliano Giansanti e Giorgio Mercuri, che sono scesi in piazza oggi a Roma per manifestare al fianco degli agricoltori.
 
“Centinaio infatti, accogliendo le nostre ripetute sollecitazioni avanzate anche durante il nostro ultimo incontro stamattina al Mipaaft, ha annunciato l’intenzione del governo di procedere con un decreto d’urgenza per affrontare le emergenze dell’olivicoltura in Puglia, in particolare Xylella e danni da maltempo e gelate, con un provvedimento che uscirà dal Consiglio dei ministri entro qualche giorno. Attendiamo ora con fiducia che dalle parole si passi ai fatti”, spiegano Verrascina, Scanavino, Giansanti e Mercuri.
 
I presidenti del coordinamento che riunisce Cia-Agricoltori italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Agroalimentari si sono alternati sul palco della protesta, allestito in piazza Santi Apostoli davanti a una platea di oltre 5000 agricoltori, composta anche da una nutrita delegazione di sindaci, sindacati, studenti e semplici cittadini.
 
***
 
Agrinsieme è costituita dalle organizzazioni professionali Cia, Confagricoltura, Copagri e dalle centrali cooperative Confcooperative FedAgriPesca, Legacoop Agroalimentare e Agci Agrital, a loro volta riunite nella sigla Alleanza Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare. Il coordinamento Agrinsieme rappresenta oltre i 2/3 delle aziende agricole italiane, il 60% del valore della produzione agricola e della superficie nazionale coltivata, oltre 800mila persone occupate nelle imprese rappresentate.