21.03.2020

Italia ai primi posti per longevità della popolazione grazie alla dieta mediterranea


La dieta mediterranea, riconosciuta dall’UNESCO nel 2010 “patrimonio orale e immateriale dell’umanità” dà un contributo fondamentale alla longevità della popolazione. Da un’analisi del Centro Studi di Confagricoltura emerge che gli Italiani aderiscono a questo regime alimentare in maniera significativa, con consumi rilevanti (circa 64%, in quantità, del totale della spesa alimentare) di cereali, legumi, frutta, ortaggi e olio d’oliva (fonte: dati Istat).
Nell’Unione Europea, gli Stati dell’Area Mediterranea (Italia, Spagna, Grecia, Croazia, Malta  e Cipro) registrano un consumo regolare di frutta e ortaggi (almeno una porzione giornaliera) sensibilmente superiore alla media dell’UE.
Ma il primato per longevità degli uomini (81,2 anni) spetta all’Italia, che invece è terza (dopo Spagna e Francia) per quanto riguarda le donne (85,6 anni), (fonte: dati Eurostat).