Centro Studi
Rapporto del Centro Studi sull’organizzazione dell’attività agricola
22.01.2020

Rapporto del Centro Studi sull’organizzazione dell’attività agricola


Dai dati ISTAT sulle stime sull’organizzazione delle attività agricole, in particolare sul numero di aziende (unità economiche) e sulla Superficie Agricola Utilizzata (SAU), viene fuori un ritratto molto articolato ed eterogeneo della situazione delle imprese agricole nel nostro Paese. 
Le aziende – rileva il Centro Studi di Confagricoltura - sono diminuite di circa 105 mila unità (-6,5%) e la SAU di 79 mila ettari (-0,6%), rispetto al Censimento dell’Agricoltura 2010.
Quelle condotte con criteri imprenditoriali (413 mila) costituiscono il 27% del totale (1,52 milioni) e coltivano il 65% della SAU per un valore medio di Produzione Standard per ettaro di circa 5.500 euro. Il restante 73% di aziende agricole coltiva il 35% della SAU per una Produzione Standard media per ettaro nell’ordine di 3.250 euro. (Dati Istat aggiornati al 2017).
La dimensione media delle aziende agricole è stimata in 8,4 ha, contro i 7,9 del 2010.
La frammentazione del sistema agricolo tende dunque, sia pure lentamente, a ridursi, ma questo dipende anche dal progresso dell’urbanizzazione (consumo di suolo) che sta “cancellando” molte microaziende agricole prossime ai centri abitati in espansione.