16.10.2019

Il Consiglio dei ministri agricoli europei invita ad agire contro la deforestazione

Durante il Consiglio Agricoltura svoltosi a Lussemburgo il 14 ottobre, Jari Leppä, presidente dei Ministri Agricoli, riferendosi alla comunicazione della Commissione del 23 luglio*, ha sostenuto che l’attuale politica ambientale europea è ancora inadeguata a proteggere il patrimonio forestale. Ha poi invitato i ministri a contribuire con proprie proposte per poter adottare le conclusioni del Consiglio entro la fine dell’attuale semestre di presidenza.  

Nel quadro delineato dal Commissario uscente all’Ambiente, Karmenu Vella, l’Europa consuma un terzo dei prodotti associati alla deforestazione mondiale, che all’80 dipende da forme di sfruttamento agricolo. Proteggere le foreste è indispensabile, ha sostenuto Vella, e deve rientrare tra gli obiettivi in linea con la lotta al cambiamento climatico. Un piano di intervento dovrebbe prevedere la riduzione dell’import di prodotti trasformati da filiere responsabili di deforestazione, una più efficace cooperazione internazionale, il riorientamento dei finanziamenti su investimenti a basso impatto ambientale e l’uso sostenibile delle terre. Tra gli obiettivi del nuovo Green Deal ci sarà anche quello di azzerare entro il 2030 il contributo indiretto dell’Europa alla deforestazione mondiale.

Tra i punti discussi dai Ministri: un sistema di certificazione dei prodotti agricoli a basso impatto forestale, inserire la lotta alla deforestazione come requisito negli accordi di libero scambio, pianificare una strategia sinergica con la FAO, semplificare la burocrazia per le misure ambientali nel contesto della PAC, una costante collaborazione tra Commissione e Consiglio.

Il Consiglio punta a adottare la nuova strategia forestale come parte del Green Deal post-2020. L’obiettivo prioritario, condiviso dalla Commissione, è quello di ripristinare e rafforzare i sistemi forestali dell’UE.


*Commission Communication on stepping up Eu action to protect & restore the world’s forests, 23 luglio 2019