15.10.2019

Intervento della delegazione italiana sui danni provocati dalla cimice asiatica

Nel corso della riunione del Consiglio Agricoltura del 14 ottobre, la delegazione italiana ha richiamato l’attenzione sui danni al settore ortofrutticolo italiano provocati dalla recente diffusione dell’organismo nocivo cimice asiatica, in particolare nel nord della penisola. Per far fronte alla grave situazione, la delegazione italiana ha chiesto alla Commissione che vengano attivati gli strumenti a disposizione nell’ambito del Reg. (UE) n.1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio. A tal proposito, la delegazione italiana ha sollevato ancora una volta dubbi sulla reale adeguatezza degli strumenti di gestione delle crisi attualmente in vigore.

Il Commissario per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale Phil Hogan ha riconosciuto la gravità della situazione ed ha incoraggiato l’Italia a prendere misure direttamente a livello dell’azienda agricola (in considerazione del fatto che ancora non è scattato l’obbligo di quarantena), in particolare utilizzando gli strumenti a disposizione nell’ambito del regolamento Omnibus e quelli forniti dalle regole dello sviluppo rurale.