10.09.2019

La Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha presentato oggi i Commissari della prossima Commissione europea

Oggi, 10 settembre a Bruxelles, Ursula von der Leyen, attuale Presidente eletta della Commissione europea, ha presentato quella che dovrebbe essere la sua squadra di Commissari.
Durante la presentazione la Presidente ha sottolineato quelle che saranno le priorità dell’agenda di lavoro della prossima Commissione europea:
  • affrontare i cambiamenti climatici, tecnologici e demografici;
  • garantire un pianeta in salute e un nuovo mondo digitale;
  • costruire e rafforzare partenariati e relazioni internazionali.
Il nuovo collegio sarà composto da otto Vicepresidenti responsabili delle principali priorità enunciate negli orientamenti politici, di cui tre Vicepresidenti esecutivi che avranno una doppia funzione, ovvero saranno allo stesso tempo Commissari e Vicepresidenti. Qui di seguito elenchiamo i Vicepresidenti esecutivi:
  • Frans Timmermans (Olanda): coordinerà le attività per il Green Deal europeo. E sarà anche Commissario responsabile della politica di Azione per il Clima;
  • Margrethe Vestager (Danimarca): coordinerà l'intera agenda per un'Europa pronta per l'era digitale e sarà Commissaria per la Concorrenza;
  • Valdis Dombrovskis (Lettonia): coordinerà le attività per un'economia al servizio delle persone e sarà Commissario per i Servizi finanziari, la Stabilità finanziaria, e l'Unione dei mercati dei capitali.
Gli altri cinque vicepresidenti sono:
  • Josep Borrell (Spagna, attuale ministro spagnolo degli Affari esteri): Alto rappresentante per gli affari esteri dell’Unione e la politica di sicurezza;
  • Věra Jourová (Repubblica ceca, già nella Commissione Juncker): Valori e trasparenza;
  • Margaritis Schinas (Grecia, ex membro del Parlamento europeo): Proteggere lo stile di vita europeo;
  • Maroš Šefčovič (Slovacchia, già Vicepresidente nella Commissione Juncker): Relazioni interistituzionali e prospettive strategiche;
  • Dubravka Šuica (Croazia, ex membro del Parlamento europeo): Democrazia e demografia (guiderà inoltre le attività della Commissione nell'ambito della conferenza sul futuro dell'Europa).
Gli altri Commissari designati sono indicati di seguito:
  • Johannes Hahn (Austria, già nella Commissione Junker) si occuperà di "Bilancio e amministrazione";
  • Didier Reynders (Belgio, ex ministro delle Finanze, degli Affari esteri ed europei e ministro della Difesa) sarà responsabile della "Giustizia";
  • Mariya Gabriel (Bulgaria, già nella Commissione Junker) si occuperà del portafoglio "Innovazione e gioventù";
  • Stella Kyriakides (Cipro, psicologa) gestirà il portafoglio "Salute";
  • Kadri Simson (Estonia, ex ministro degli Affari economici e delle infrastrutture) sarà responsabile del portafoglio "Energia";
  • Jutta Urpilainen (Finlandia, ex ministra delle Finanze e membro della commissione per gli affari esteri finlandese) si occuperà dei "Partenariati internazionali";
  • Sylvie Goulard (Francia, ex deputata del Parlamento europeo), sarà responsabile del "Mercato interno";
  • László Trócsányi (Ungheria, ex ministro della Giustizia), sarà a capo del portafoglio "Vicinato e allargamento";
  • Phil Hogan (Irlanda, attuale Commissario per l'Agricoltura) si occuperà del portafoglio "Commercio";
  • Paolo Gentiloni (Italia, ex primo ministro e ministro degli Esteri) sarà responsabile del portafoglio "Economia";
  • Virginijus Sinkevičius (Lituania, ex ministro lituano dell'Economia e dell'innovazione) sarà responsabile di "Ambiente e oceani";
  • Nicolas Schmit (Lussemburgo, ex ministro dell'Occupazione e del lavoro) sarà responsabile del portafoglio "Lavoro";
  • Helena Dalli (Malta, ex ministra per il Dialogo sociale, gli affari dei consumatori e le libertà civili, e per gli Affari europei e l'uguaglianza) guiderà il portafoglio "Uguaglianza”;
  • Janusz Wojciechowski (Polonia, ex membro della Corte dei conti europea) si occuperà del portafoglio "Agricoltura";
  • Elisa Ferreira (Portogallo, vicegovernatrice del Banco de Portugal ed ex ministro per la Pianificazione e dell'Ambiente), guiderà il portafoglio "Coesione e riforme";
  • Rovana Plumb (Romania, ex ministra dell'Ambiente e dei cambiamenti climatici, del Lavoro, per i Fondi europei, dell'Istruzione e dei Trasporti) sarà incaricata del portafoglio "Trasporti";
  • Janez Lenarčič (Slovenia, ex Segretario di Stato per gli Affari europei) sarà responsabile del portafoglio "Gestione delle crisi";
  • Ylva Johansson (Svezia, ex ministro del Lavoro svedese) gestirà il portafoglio "Affari interni".
Ora come passo successivo il Parlamento europeo dovrà approvare l'intero collegio dei Commissari proposto da Ursula Von der Leyen, compreso l'Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Prima però le commissioni parlamentari procederanno, per competenza, alle audizioni dei singoli Commissari designati. Una volta ricevuta l'approvazione del Parlamento, la Commissione sarà ufficialmente nominata dal Consiglio europeo.