27.01.2020

Parlamento europeo: gli eurodeputati della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale (ComAgri) chiedono maggiore sostegno per il settore vitivinicolo

Nella riunione della ComAgri che si è tenuta il 22 gennaio scorso, i parlamentari europei hanno chiesto alla Commissione UE urgenti misure straordinarie di sostegno al settore vitivinicolo, per contrastare gli effetti negativi dei dazi doganali imposti dagli Stati Uniti su vini e altri prodotti alimentari europei in seguito alla controversia Boeing-Airbus.
La Commissione UE da parte sua ha annunciato l’adozione di una serie di misure per supportare il settore attraverso una maggiore flessibilità nell’attuazione dei programmi di promozione nei mercati dei Paesi terzi:
  • Eliminazione del vincolo obbligatorio dei cinque anni di durata del programma finanziato per un determinato mercato, per consentire agli Stati membri di dirottare verso altri mercati le azioni previste;
  • A tale scopo la Commissione UE rifonderà i costi sostenuti dagli operatori per il cambio di destinazione dei programmi di promozione;
  • Aumento del tasso di cofinanziamento UE dal 50% al 60%;
  • Possibilità per gli Stati membri di adattare le misure di promozione più di due volte all’anno.
Tali misure sono state presentate dalla Commissione in seno al Comitato di gestione OCM Vino lo scorso 15 gennaio, ottenendo il parere positivo di tutti gli Stati membri. Il regolamento di esecuzione sarà formalmente adottato il 29 gennaio.