03.10.2019

Riaprono le esportazioni di carni bovine verso la Corea del Sud

La Corea del Sud ha revocato le restrizioni all’importazioni di carni bovine e prodotti derivati dall’Europa, a circa 20 anni di distanza dalla restrizione. I primi a poterne beneficiare sono la Danimarca e i Paesi Bassi, ma è prevista l’apertura anche ai restati Stati Membri.

L’Accordo di Libero Scambio sancito tra l’UE e la Corea del Sud nel 2011, primo accordo di apertura dei mercati tra Europa e un paese asiatico, che ha abbattuto barriere e aumentato gli scambi bilaterali del 10%. mira a fare in modo che le parti realizzino il pieno potenziale economico e commerciale.

Si ricorda che la Corea aveva chiuso le importazioni di carni bovine dall’Eurpopa in seguito al sorgere dei primi casi di encefalopatia spongiforme bovina (BSE). Il risultato di questi giorni rappresenta un nuovo segnale di fiducia nei confronti del sistema di controlli e della salute animale europea.

Ora la Commissione continuerà a collaborare con le autorità sudcoreane per garantire l’accesso ai mercati per gli altri Stati membri. Nel corso della riunione del 4 settembre 2019 sulle questioni sanitarie e fitosanitarie, le autorità sudcoreane hanno fornito rassicurazioni sul fatto che le domande pendenti di Stati membri dell'UE (diversi da Danimarca e Paesi Bassi) saranno esaminate nel futuro prossimo