02.12.2014

Piacenza, Busseto: Focus su: “La terza età in agricoltura il ruolo della donna”

Partecipazione e soddisfazione per l’Assemblea del Sindacato Pensionati di Confagricoltura Piacenza che quest’anno ha assunto una veste interprovinciale.

L’evento è stato infatti organizzato congiuntamente con le sedi territoriali di Parma, Reggio-Emilia e Modena ed i pensionati di Confagricoltura di Piacenza si sono dati appuntamento sabato 29 novembre con i colleghi delle altre province. Sede dell’importante meeting: il teatro “G. Verdi” di Busseto. Ad accompagnare il nutrito gruppo dei partecipanti piacentini anche i vertici di Confagricoltura Piacenza: il presidente Enrico Chiesa, il direttore Luigi Sidoli, la responsabile del patronato Cristina Modenesi con le colleghe delle sedi di zona: Enrica Cabrini, Paola Copercini ed Elisabetta Stampanoni. Intervenuti per l’occasione anche il presidente nazionale del sindacato, Bruno Allegretti, ed il segretario generale, Angelo Santori.
 
L’iniziativa ha visto l’intervento, oltre che degli altri presidenti provinciali del sindacato, anche della presidente di Confagricoltura Donna, Marina Di Muzio, che nella sua relazione ha parlato del ruolo della donna in agricoltura nella terza età.  “La meravigliosa cornice del Teatro Verdi fa sentire un po’ a casa nostra anche noi piacentini – ha detto Giovanni Merli, presidente del Sindacato Pensionati di Confagricoltura Piacenza - uniti agli amici di Busseto dalla figura di questo grande compositore e agricoltore che a Sant’Agata aveva la sua dimora rurale ed i suoi campi”.  Merli non ha mancato di ringraziare tutte le autorità intervenute ed ha poi proseguito: “Certo i problemi del comparto non mancano e per i pensionati sono spesso ancora più gravi e complessi, dovendo fare i conti con un sistema previdenziale inadeguato e il mancato ricambio generazionale.  Il mestiere dell’agricoltore è duro, anche se i mezzi tecnici moderni ne hanno mutato la connotazione. Come sindacato portiamo avanti le istanze dei pensionati in agricoltura e dell’agricoltura tutta  attraverso le azioni promosse da Confagricoltura all’interno della quale siamo parte attiva. La panoramica delle tematiche che riguardano il nostro vivere quotidiano è dunque molto ampia, ma oggi vogliamo concentrarci su un aspetto sostanziale, troppo spesso dato per assodato e troppo poco valorizzato: il ruolo della donna nel nostro settore ed il ruolo della donna nella terza età. Credo sia giunto il momento – ha concluso Merli - di abbandonare l’idea della donna come figura gregaria in agricoltura. Forse un’analisi razionale della storia restituirà non solo nella modernità, ma anche nel passato, una centralità alla figura femminile che ingiustamente non le è stata riconosciuta”.  Alla mattinata è poi seguito un momento conviviale con il pranzo ed un pomeriggio in musica, nel medesimo teatro, con il complesso bandistico “V. Cipriani” di Gorga.