06.11.2015

Nasce la prima Rete di Impresa “SONO TOSCANO” per la produzione di cereali e soia per carni toscane

Mangiare carne di suino allevato con cereali e soia no ogm a filiera corta, toscana, non è solo un progetto, ma una realtà. Da oggi l’agricoltura pisana può cogliere grandi opportunità e massimizzare i profitti della filiera dei cereali e proteine trasformate in carni partendo dalle produzioni locali. Lo strumento fortemente incentivante viene dalla Regione Toscana (PIF), che trova in questo caso un valido  supporto con la nascita di uno dei primi Contratti di Rete.  
“SONO TOSCANO” è il primo contratto di rete che recepisce e capitalizzale le opportunità normative in materia trasferendole alla filiera agroalimentare, mettendo così le basi per un nuovo modo di produrre in maniera sostenibile e bio-economico qualità “made in Toscana” !
 
La rete di imprese si inserisce in un più ampio contesto di programmazione e cooperazione agricola europea, come richiesto dalle nuove sfide della PAC e dalle nuove linee guida PSR 2014-2020 della Regione Toscana – Progetti Integrati di Filiera   con l’obiettivo di valorizzare le produzioni cerealicole (in particolare mais) e proteiche ( soia) dell’area di Migliarino – Val di Serchio per l’allevamento di suini di Peccioli (a soli 35 Km di distanza), all'interno di una filiera corta pisana e tracciata, sia per le carni fresche che quelle trasformate;  offrire ai consumatori finali un prodotto sicuro e di qualità certificata. Tra gli obiettivi, oltre all’introduzione di nuove tecniche di coltivazione a difesa dell’ambiente con tecnologie avanzate, vi è anche la volontà di collocare la coltivazione della soia al centro delle rotazioni agrarie, essendo una “miglioratrice “ della fertilità dei terreni ed  economicamente remunerativa. Una nuova opportunità  per le aziende agricole toscane. Un modello di bio-economicità per  carni certificate e garantite: dalla produzione agricola ai mangimi utilizzati dagli allevatori locali, sino alla lavorazione e distribuzione delle carni. Filiera corta e tracciabile della carne Toscana con animali nati allevati, nutriti e macellati in Toscana, creando in tal modo un remunerativo sbocco di mercato per le locali produzioni di qualità.
 
La Rete di Imprese è stata voluta da due realtà importanti del territorio pisano, l’OP Cooperativa Produttori Agricoli Val Di Serchio Società Agricola, il cui Presidente Federigo Federighi è alla guida di Confindustria Pisa, e l’Azienda Agricola Stassano di Alessandro Stassano, Presidente di Confagricoltura Pisa, e vede aggregate al progetto, grazie allo strumento PIF, un grande numero di produttori primari, di trasformatori e macellerie del territorio.
 
La Rete di Imprese nasce anche grazie al lavoro dell’Area Legale-Reti d’impresa di Confagricoltura, dello Studio Pardi&Associati e Melograno, società specializzate nello sviluppo di impresa e nella progettazione di soluzioni innovative ed economiche per l’agroalimentare.
 
Info: Confagricoltura Pisa - pisa@confagricoltura.it