Mondo Agricolo
Agrilevante sempre più al centro del Mediterraneo
28.02.2017

Agrilevante sempre più al centro del Mediterraneo

Agrilevante allarga sempre più la sua visuale sul Mediterraneo, richiamando operatori agricoli di una vasta area geografica che comprende l’Europa meridionale, i Balcani, il Medioriente, l’Africa settentrionale e Subsahariana. Giunta alla sua quinta edizione biennale, la rassegna – organizzata da FederUnacoma insieme con l’Ente Fiera del Levante, e che si svolge nel quartiere fieristico di Bari dal 12 al 15 ottobre prossimo – offre una vasta scelta di macchinari e soluzioni innovative specificamente rivolti alle produzioni tipiche dell’area mediterranea, e centrate sulle esigenze pedoclimatiche e sui modelli aziendali che caratterizzano i Paesi coinvolti. La nuova edizione è stata presentata nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Parigi nell’ambito del SIMA.
“Nel mediterraneo convergono gli interessi economici e si ripercuotono le dinamiche politiche e sociali di moltissimi Paesi - ha spiegato il presidente di FederUnacoma Massimo Goldoni - e la sfida di Agrilevante è quella di interpretare la domanda di meccanizzazione che proviene dalle realtà più diverse”.
Nell’area balcanica  la Serbia sta emergendo come “big performer” in fatto di meccanizzazione; nell’area euro-asiatica  il Paese leader è la Turchia, ma cresce anche la richiesta di meccanizzazione in Azerbaijan; in Africa è l’Algeria a distinguersi; guardando all’Africa Sub-sahariana, molto significativo appare l’andamento di Etiopia e Kenya.
Le esportazioni di macchinari made in Italy stanno segnando incrementi significativi in Paesi come la Turchia e l’Egitto.