Mondo Agricolo
Alessandra Oddi Baglioni, Confagricoltura Donna: “Le imprese in rosa sono innovative e multifunzionali”
06.03.2019

Alessandra Oddi Baglioni, Confagricoltura Donna: “Le imprese in rosa sono innovative e multifunzionali”

“Non bisogna ricordarsi delle donne solo l’8 marzo. Confagricoltura Donna sostiene ogni giorno le imprenditrici agricole ponendosi al servizio dell’impresa. L’impresa, in realtà, non è né maschile né femminile, ma le donne riescono a gestirla da una visuale un po’ diversa. Le donne sanno innovare e sono multifunzionali per definizione”. Esordisce così Alessandra Oddi Baglioni, neo presidente di Confagricoltura Donna, l‘associazione che dal 2012 riunisce le imprenditrici agricole, più di 500 iscritte distribuite in 9 regioni d’Italia.
La presenza femminile è fondamentale nello sviluppo di attività innovative e connesse: “Le donne – sottolinea - sono in grado sfruttare appieno le potenzialità dell’agricoltura multifunzionale, ad esempio nella gestione degli agriturismi, degli agriasili, nella creazione di prodotti di bellezza derivati dall’olivicoltura. E’ femminile la capacità di coniugare etica e valori sociali  con la crescita di reddito dell’azienda agricola. Confagricoltura Donna è presente nel sociale con diverse iniziative, ad esempio la vendita di clementine a sostegno di una campagna antiviolenza, ma il nostro obiettivo è quello di fare network, scambiarci idee e conoscenze per far progredire le nostre aziende agricole”.
Confagricoltura Donna sta cercando di essere più presente su tavoli istituzionali per sollecitare l’adozione di misure per l’imprenditoria femminile: “Al ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo non c’è più un ufficio dedicato – sottolinea la presidente Oddi Baglioni – e anche in Parlamento non ci sono al momento progetti di legge che se ne occupino. Occorre, quindi, rimboccarsi le maniche”.
Sul versante interno Confagricoltura Donna sta mettendo in cantiere un’ampia offerta formativa per sviluppare e aggiornare le conoscenze e le competenze professionali delle associate. In primavera l’associazione di imprenditrici agricole organizzerà un grande convegno focalizzato su un tema cruciale come quello dell’agricoltura di fronte ai cambiamenti climatici. 
“Il primo obiettivo - fa sapere Paola Sacco, vicepresidente di Confagricoltura Donna – è quello di essere più visibili, ossia di  incrementare il numero delle associate in modo da costituire e far crescere nuove sezioni in tutte le Regioni. Va in questa direzione anche l’iniziativa Confagricoltura Donna Tour che prevede la visita di aziende agricole gestite da imprenditrici che innovano. L’ottava tappa è programmata in Lombardia”.
Buone notizie per le imprenditrici potrebbero intanto arrivare dall’Ue, come spiega Cinzia Ceci, vicepresidente di Confagricoltura Donna: “Abbiamo saputo dalla nostra referente a Bruxelles di un imminente lancio di misure a favore dell’imprenditoria femminile. Abbiamo bisogno di sostegni specifici”.

Nella foto: Alessandra Oddi Baglioni