Mondo Agricolo
I brindisi delle “Donne del vino” anticipano l’8 marzo
05.03.2017

I brindisi delle “Donne del vino” anticipano l’8 marzo

Brindisi in wine-bar, enoteche, degustazioni in cantine e ristoranti, e in tutti i luoghi dove la presenza delle donne può essere festeggiata. Così l'associazione “Donne del vino ”,  che conta 600 associate, ha anticipato la festa dedicata all’altra metà del cielo, lanciando, sabato 4 marzo, la 1° edizione della “Festa delle donne del vino”.
Oltre 70 gli eventi di degustazioni organizzati in 12 regioni italiane, dal Piemonte alla Sicilia, per brindare e festeggiare, assieme alle protagoniste, le produttrici di vino. "Un modo festoso per mostrare il lato femminile del vino italiano - ha spiegato Donatella Cinelli Colombini, presidente di “Donne del vino” e socia di Confagricoltura - dove le nuove protagoniste di un settore tradizionalmente maschile anticipano la Festa della Donna, mettendo in rilievo il proprio talento e diffondendo la cultura del vino e il consumo responsabile”.
“La Festa delle Donne del vino ha sviluppato – ha sottolineato ancora la presidente, Cinelli Colombini - il tema donne, vini e motori come sfida ai luoghi comuni e a chi ancora crede che le donne siano poco adatte ad attività legate alla meccanica oppure al vino. Un modo per sottolineare anche l’elevata professionalità delle donne in agricoltura”.
Un recente sondaggio condotto dall’associazione ha tra l’altro messo in luce che le aziende del vino a guida rosa, oltre al talento e alla passione per il vino, hanno anche le giuste competenze e non lasciano nulla al caso: hanno infatti una formazione universitaria, sono più vocate all’internazionalizzazione, capaci di diversificare e rispettare l’ambiente. In più le donne nel mondo del vino riescono anche a diventare  formidabili comunicatrici e a utilizzare con abilità lo strumento dello storytelling per raccontare un prodotto.
 La Giornata internazionale del La Giornata internazionale della Donna che ricorre l'8 marzo di ogni anno è stata istituita per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed anche le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto in ogni parte del mondo. Questa celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909, in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922 la Donna è stata istituita per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed anche le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto in ogni parte del mondo. La celebrazione si tiene negli Stati Uniti a partire dal 1909, in alcuni paesi europei dal 1911 e in Italia dal 1922.