Mondo Agricolo
La Commissione europea valuta l’impiego di insetti nei mangimi per avicoli e suini
02.11.2018

La Commissione europea valuta l’impiego di insetti nei mangimi per avicoli e suini

La Commissione europea sta valutando l’uso delle proteine di insetti per i mangimi destinati al pollame e nel 2019 potrebbe dare il via libera a questo tipo di impiego, forse anche per gli insetti nell’alimentazione dei suini. Lo ha confermato il Commissario per la salute e la sicurezza alimentare dell’Unione europea, Vytenis Andriukaitis, intervenuto nel maggio scorso alla prima conferenza internazionale sugli insetti per mangimi organizzata dalla International Platform of Insects for Food and Feed. Il Commissario ha espresso la necessità di reperire nuove fonti proteiche dagli insetti per l’alimentazione degli avicoli. “Prima che questa risorsa possa essere sfruttata – ha detto tuttavia - devono essere risolte alcune questioni normative e tecniche”. 
Le proteine provenienti dagli insetti sono state autorizzate nel luglio scorso per l’acquacoltura e attualmente sono limitate a 7 specie di insetti, di cui 3 tipi di grillo, 2 tipi di larve e 2 specie di mosche.
Nel giugno scorso si è dato inoltre appuntamento a Helsinki, in Finlandia, il gruppo Eip-Agri che associa esperti nominati dalla Commissione europea, come l’allevatrice suinicola Giovanna Parmigiani che, nella giunta nazionale di Confagricoltura, ha la delega sulle questioni ambientali, con l’obiettivo d reperire nuove fonti proteiche per produrre mangimi e ridurre l’impatto sulle risorse naturali.
La prestigiosa Wageningen University in Olanda sta attualmente promuovendo 2 dottorati per un progetto di ricerca che mira a valutare i potenziali benefici delle strategie alimentari basate sugli insetti, valutandone l’impatto ambientale in relazione alla produzione di carne suina e avicola, nonché in termini di benessere su maiali e broiler. L’attività di ricerca si è focalizzata anche sul potenziale nutrizionale degli insetti e sugli effetti sulla  salute degli avicoli.
Lo scorso 29 ottobre  il Museo di Storia Naturale di Pisa ha ospitato la conferenza “Insetti: cibo del futuro?”, curata da Simone Mancini del dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Pisa e organizzata dall’Associazione Amici dei Georgofili  di Pisa, in collaborazione con lo stesso Museo di Storia Naturale di Pisa.