Mondo Agricolo
L’agricoltura 4.0 del Crea al Maker Faire di Roma
11.10.2018

L’agricoltura 4.0 del Crea al Maker Faire di Roma

Il Crea punta sull’innovazione dell’agricoltura 4.0: al Maker Faire, la sesta edizione del Salone internazionale delle innovazioni tecnologiche, in programma a Roma da domani al 14 ottobre, presenterà infatti alcuni prototipi frutto della ricerca nei comparti agroalimentare e forestale: in primo piano la tracciabilità elettronica, le applicazioni digitali per la trasformazione brassicola (birra), i biomateriali, il monitoraggio ambientale, il drone e i sistemi digitali per l’irrigazione di precisione.
Per garantire una maggiore trasparenza e accesso alle informazioni aiutando il consumatore nell’acquisto i ricercatori hanno realizzato un sistema modulare di tracciabilità elettronica di un prodotto lungo la filiera tramite tecnologie open-source e smartphone adattabile a diversi scopi. Per valutare la qualità dei prodotti verrà invece presentato un nastro trasportatore dotato di sensori per la selezione, il riconoscimento e la loro classificazione che si avvali delle  informazioni e di dati relativi a 70 parametri diversi (colore, forma, spettro).
Alla manifestazione sarà presente anche un impianto pilota  sensorizzato ad alta definizione per la produzione di birra, lo sviluppo di nuovi prodotti derivati da fermentazione, di nuove ricette di birre. L’impianto è controllabile con un’applicazione via smartphone in remoto e consente il logging automatico e la storicizzazione dei dati per fini analitici.
Sul piano della sostenibilità ambientale Il Crea sta operando su diversi fronti, ad esempio l’impiego delle biomasse vegetali come bioraffinerie utilizzando scarti di frutta e biomassa vegetale per ottenere complessi biologicamente attivi da impiegare in vari settori, dalla cosmesi al settore alimentare, ma anche biomateriali innovativi ad alto contenuto tecnologico come bioplastiche, biofilm edibili, materiali per sensoristica e per l’agricoltura, sia per la coltivazione che per la difesa fitosanitaria, utilizzando processi di sintesi solvent-free ed ecocompatibili.
Al Maker Faire verrà spiegato anche l’uso dei droni per verificare e misurare lo stato di salute delle piante. L’obiettivo è quello di prevenire fattori di stress e quindi i danni visibili suggerendo la quantità di acqua necessaria alle colture. Presenti anche i modelli di simulazione applicati ai sistemi agricoli ad esempio relativi all’impatto dei cambiamenti climatici sulla produttività delle colture agrarie o l’impatto di patogeni fungini legati ai cambiamenti climatici.(F.B.)