Mondo Agricolo
“L’agricoltura è un affare di donne”. Parola di Cristina Boschi
04.04.2018

“L’agricoltura è un affare di donne”. Parola di Cristina Boschi

E’ una storia di donne che inizia alla fine del 700 del secolo  scorso con Agnese Veragut, la trisavola  originaria della Svizzera tedesca che si insedia a Guastalla (Re), diventa contessa e inizia a occuparsi del podere di famiglia. Da allora l’agricoltura è  un’attività che si è sempre mantenuta e tramandata per linea femminile: oggi alla guida dell’azienda Il Boscone e dell’Agriturismo Antica Golena, terre della Contessa, c’è Cristina Boschi: “In  origine l’azienda – spiega - si estendeva ben oltre i 50 ettari attuali e la proprietà è stata divisa tra tre sorelle” L’attività agricola è oggi diversificata e all’insegna della multifunzionalità: la principale è la selvicoltura praticata nelle  zone golenali, ossia soggette alle esondazioni del Po’, che fanno  parte della rete ecologica Natura 2000 Siti di Importanza Comunitaria : “Si tratta di pioppicoltura da legno – sottolinea Boschi - per la lavorazione industriale, la produzione di compensato di qualità, truciolato, l’utilizzo in cartiera fino allo scarto che viene avviato al termovalorizzatore senza sprecare nulla lungo la filiera.  Per questo può esse considerata una coltura a basso impatto ambientale”. 
In un’altra parte dell’azienda c’è il vigneto, la produzione di foraggere, erba medica alternata a grano e mais, ma anche l’orto, il giardino e allevamento di coniglie e galline, nonché i cavalli per l’attività agrituristica. Cristina Boschi è infatti appassionata di sport equestri, ha gareggiato  in competizioni sportive ed è istruttore.
“Sono nata e vissuta a Bologna lavorando come dipendente e ho sempre seguito un po’ l’azienda, ma nel 2006 sono subentrata a mia madre come titolare - riferisce sempre l’imprenditrice – avviando un nuovo percorso: nel 2008 ho aderito al piano regionale della multifunzionalità introducendo anche la fattoria didattica e poi l’agriturismo, dopo il rinnovo della casa padronale, con l’attività ricreativa legata alle attività equestri, il pernottamento e la ristorazione per 25 persone”.
L’azienda si trova in una zona lontana dalle mete del turismo di massa, ma molto ricercata dagli appassionati di cicloturismo, di trekking per la vicinanza con la via Francigena, al fiume e a numerosi  percorsi ciclo-pedonali. L’agriturismo offre visite guidate turistiche e naturalistiche, lezioni di equitazione, escursioni in bicicletta, percorsi didattici per famiglie, scuole e circoli. “All’agriturismo – spiega Boschi -  ho dato il nome di Antica Golena, Terre della Contessa, per legarlo  alla storia e geografia del territorio ma anche per fare un omaggio alla capostipite. Senza contare che qui siamo anche nelle terre di Matilde di Canossa”. (F.B.)