Mondo Agricolo
L’alpeggio migliora il microbiota di latte e formaggio
02.10.2018

L’alpeggio migliora il microbiota di latte e formaggio

Una ricerca dimostra che l’alpeggio è  in grado di migliorare il microbiota di latte e formaggio aumentando le specie batteriche “probiotiche”, e cioè quelle capaci di mantenere in salute l’intestino. Con il progetto TrentinCla sono stati analizzati 180 campioni di latte, rumine e formaggio nel corso di prove svolte tra la Malga Juribello e i laboratori del campus della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige. L’iniziativa è stata coordinata dalla stessa Fondazione e finanziata dalla Fondazione Caritro (Cassa Di Risparmio Di Trento e Rovereto). E’ emerso come l’alpeggio abbia aumentato il livello di produzione di acidi linoleici coniugati (Cla) nel latte, secondo le analisi effettuate su due gruppi di vacche Brown Swiss, allevate in stalla: il primo gruppo è stato trasferito da luglio a settembre 2017 alla Malga Juribello mentre il secondo è rimasto nella stalla a valle. Ogni mese - da giugno a ottobre - sono stati prelevati campioni di latte e rumine individuale per un totale di 120 campioni e sono stati prodotte in laboratorio all’università di Padova 60 formaggelle. Dal progetto è emerso un quadro dell’ecologia microbica del latte influenzato in maniera positiva dall’alpeggio. Sono presenti infatti molte specie batteriche, note come probiotiche, resistenti al processo di caseificazione, con interessanti proprietà salutistiche.