Mondo Agricolo
L’azienda montefiasconese Serpepe Bio partecipa alla "Festa a Vico" di Gennaro Esposito
19.06.2018

L’azienda montefiasconese Serpepe Bio partecipa alla "Festa a Vico" di Gennaro Esposito

La Serpepe Bio ha partecipato alla sedicesima edizione della manifestazione ‘Festa a Vico’, che si è svolta a Vico Equense (NA) dal 3 al 5 giugno.
L'azienda, situata a Montefiascone (VT), di proprietà di Sandy Fiorentino, era nella piazza degli artigiani “soSTAnza”, in cui sono state invitate solo una selezione di trenta aziende produttrici di eccellenze alimentari da tutta Italia. E’ questa la ‘sostanziale’ (non a caso) novità dell’edizione 2018, evento fortemente voluto da Gennaro Esposito in virtu’ della sua costante ricerca di materia prima di assoluta qualià. E ‘Festa a Vico’ è al momento la più importante manifestazione gastronomica d’Italia -e forse del mondo- organizzata dallo chef, che ha visto la partecipazione di ben 400 cuochi da tutta Europa di cui ben cinquanta ‘stellati Michelin’.
Presenti tra gli altri Peppe Guida, Antonino Cannavacciuolo, Carlo Cracco e Ilario Vinciguerra, volti noti al grande pubblico grazie alle loro presenze in tv, oltre ai più influenti critici e giornalisti del settore delle maggiori testate mondiali.
“Siamo stati veramente onorati di aver ricevuto l’invito alla partecipazione a questo importante evento, unico nel suo genere, ormai diventato un riferimento nel panorama gastronomico – ha detto Pietro Bologna, marito di Sandy Fiorentini, e che con lei gestisce l’azienda -. Abbiamo avuto l’opportunità di far conoscere i prodotti della nostra cultura e del nostro territorio a personalità del settore. Abbiamo portato il lardo, la pancetta, il guanciale, materie prime della tradizione locale, e il nostro prodotto principe: il prosciutto riserva 26 mesi”. “La manifestazione – ha concluso Pietro Bologna – ha avuto anche un fine di solidarietà. Infatti sono stati raccolti oltre 270mila euro, devoluti in beneficenza a quattro associazioni onlus”. Insomma, “soSTAnza” c’è stata sotto ogni profilo, anche nel sociale, con cibo di qualità e solidarietà.