Mondo Agricolo
Marca 2019, crescono nella GDO le vendite di biologico
19.01.2019

Marca 2019, crescono nella GDO le vendite di biologico

Nel 2018 le vendite di biologico hanno superato i 3,5 miliardi, l'8% in più rispetto all’anno precedente e tra i 10 prodotti bio più venduti ci sono uova, confetture, gallette di cereali soffiati, bevande sostitutive del latte, latte fresco, pasta di semola, olio evo, yogurt intero, verdure di IV gamma e biscotti. Sono i dati sul mercato italiano del bio presentati da Nomisma a Marca 2019, il Salone Internazionale sui prodotti a Marca del Distributore, nell'ambito del convegno "Tutti assieme appassionatamente. Come gestire una linea biologica e vivere felici", organizzato il 17 gennaio nell’ambito della Fiera dall'associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici, AssoBio.
Le rilevazioni di Nomisma hanno incrociato i dati delle vendite della grande distribuzione e del canale specializzato evidenziando che gli acquisti nella gdo rappresentano circa il 45% del totale, con un tasso di crescita del 14%, soprattutto in supermercati e ipermercati, dove chi acquista bio lo fa per comodità (33%), convenienza (13%) e assortimento (12%).
Lo studio mette in evidenza che anche in questo settore la marca del distributore (Mdd) costituisce ormai un vero e proprio brand, rappresentando da sola il 41% delle vendite nella Gdo (+11%).
In base ai dati si osserva anche una crescita del trend legato a un'alimentazione, non solo sana, ma anche eco-sostenibile: il 52% acquista biologico alla ricerca di maggiori benefici sulla salute o per consiglio del medico; il 47% ritiene che il marchio bio sia garanzia di maggiore sicurezza e qualità dei prodotti; il 26% motiva l'acquisto con l'attenzione alla salvaguardia dell'ambiente. Tra i driver di acquisto troviamo l'origine italiana delle materie prime (58%), la qualità degli ingredienti (54%) e il metodo di produzione (46%) nel suo complesso.