Mondo Agricolo
Rapporto Onu: aumentano fame e obesità nel mondo
22.07.2019

Rapporto Onu: aumentano fame e obesità nel mondo

Aumentano per il terzo anno consecutivo le persone che nel mondo soffrono la fame: nel 2018 è mancato il cibo a circa 820 milioni di persone contro gli 811 milioni dell'anno precedente: è il primo dato del rapporto annuale sullo Stato della sicurezza alimentare e della nutrizione nel mondo 2019 pubblicato dalla Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura), assieme all’Ifad (Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo), all’Unicef (Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia), al Wfp (Programma Alimentare Mondiale) e all'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità).
Secondo il rapporto la lentezza mostrata negli ultimi anni nel dimezzare il numero di bambini rachitici e ridurre il numero di quelli con un basso peso alla nascita  renderà ancora più difficile raggiungere l'obiettivo di sviluppo sostenibile stabilito, fame zero entro il 2030.
A queste sfide si aggiungono sovrappeso e obesità, che continuano ad aumentare in tutto il mondo, in particolare tra i bambini in età scolare e gli adulti. Gli adulti obesi sono 672 milioni (13%, pari a 1 su 8) i bambini al di sotto dei 5 anni in sovrappeso sono 40 milioni (5,9%) e i bambini in età scolare e adolescenti in sovrappeso sono 338 milioni. Le probabilità di insicurezza alimentare sono più alte tra le donne rispetto agli uomini in tutti i continenti, con il maggiore divario in America Latina.
"I nostri interventi per affrontare questi trend preoccupanti dovranno essere più decisi - non solo in termini di portata, ma anche in termini di collaborazione multisettoriale", hanno sottolineato nella prefazione congiunta al report i vertici della Fao, dell’Ifad, dell’ Unicef, del Wfp e dell’Oms.  
La fame sta aumentando in molti paesi, in particolare in quelli a medio reddito e in quelli dediti prevalentemente al commercio internazionale di materie prime. Il rapporto annuale delle Nazioni Unite rileva che la disparità di reddito è in aumento in molti dei paesi in cui la fame è in aumento, rendendo ancora più difficile per i poveri, i vulnerabili o gli emarginati far fronte a crisi e rallentamenti economici.
L’Africa mostra i più alti tassi di fame nel mondo e, in particolare, in Africa orientale quasi un terzo della popolazione (30,8%) è denutrita. Il maggior numero di persone denutrite (oltre 500 milioni) vive in Asia, per lo più in Asia meridionale.
Insieme, Africa e Asia concentrano tutte le forme di malnutrizione nel mondo. Sempre nei due continenti si trovano quasi i tre quarti di tutti i bambini sovrappeso del mondo, prevalentemente a causa dell'alimentazione scorretta.
Il rapporto di quest'anno  misura anche l'insicurezza alimentare a diversi livelli di gravità. Secondo il rapporto, oltre 2 miliardi di persone (26,4%) soprattutto nei paesi a basso e medio reddito, non hanno accesso regolare ad alimenti salubri e nutrienti. L'accesso irregolare è presente anche nei paesi ad alto reddito, compreso l'8% della popolazione del Nord America e dell’Europa.(F.B.)