Mondo Agricolo
Realizzato un labirinto di mais nei campi dell'azienda agricola di Nicolo' Calvi di Bergolo
19.09.2018

Realizzato un labirinto di mais nei campi dell'azienda agricola di Nicolo' Calvi di Bergolo

Un’azienda agricola a prevalente indirizzo cerealicolo, con castello annesso, eccezionalmente costruito in zona di pianura anziché collinare. Si trova a Piovera (Al) ed è l’Azienda di Nicolò Calvi di Bergolo, dove quest’anno è stato creato il labirinto di mais biologico all’interno del parco che circonda il castello.
L’iniziativa Il Labirinto tra Arte e Magia è nata per creare uno spazio dedicato alle famiglie per avvicinarle all’agricoltura e al mondo rurale. Lo spiega Alessandro Calvi di Bergolo, giovane agricoltore e presidente di Anga Alessandria, che si occupa dell’azienda agricola e che ha voluto celebrare così il compleanno del padre, artista e proprietario del castello, Nicolò Calvi di Bergolo: “L’anno scorso è stata la prima volta e il labirinto aveva la forma di una mano con le cinque dita, mentre quest’anno il lavoro ha ripreso le forme utilizzate da Niccolò nella creazione delle  sue opere, ossia il quadrato che rappresenta la materia, il cerchio che rappresenta lo spazio e il triangolo che rappresenta lo spirito".  
Oltre al labirinto è stata creata un'ampia area dedicata ai bambini, ma anche agli adulti, con attività a tema 'Harry Potter'. Nei fine settimana è stato possibile acquistare a Diagon Alley, comprare dolciumi a Mielandia, creare una bacchetta magica, imparare a volare su una scopa, cimentarsi con i giochi in legno Gigamic e molto altro ancora. E’ stato inoltre proiettato il primo episodio della saga Harry Potter e la Pietra Filosofale su un maxi schermo nel parco. Il 30 settembre è previsto un Potter Raduno che chiuderà le manifestazioni dedicate.
L’azienda è suddivisa nei 250 ettari di pianura: 20 ettari coltivati con metodo biologico nel parco del castello e altri 50 ettari in collina. La coltura prevalente è il mais, anche bianco per  uso alimentare. Poi grano tenero, grano duro e tritticale.
“Il labirinto di mais  – spiega Alessandro - è stato realizzato in questi 20 ettari coltivati con metodo biologico, vicino ai quali sono in corso anche alcune prove di mais pacciamato per evitare l’impiego di concimi. Abbiamo anche investito alcuni ettari nei ceci e nel tritorbeum, un cereale di origine spagnola derivato dall’ibridazione tra un grano duro e un orzo selvatico”. Si tratta di un cereale a basso contenuto di glutine, ricco di fibre dietetiche e di antiossidante, con più proteine e meno carboidrati rispetto ad altri cereali.
Il Castello di Piovera è anche una location molto apprezzata per matrimoni, eventi aziendali e privati o manifestazioni.