29.01.2013

"A San Valentino regalate un bouquet di fiori". Francesco Mati intervistato dalla Kronos

Il presidente della Federazione dei Florovivaisti: "Così si aiuta il settore"


SAN VALENTINO: CONFAGRICOLTURA, BOUQUET FIORI ITALIANI REGALO PER AIUTARE SETTORE =
   APPELLO DEL PRESIDENTE FEDERAZIONE DEI FLOROVIVAISTI CONFAGRICOLTURA
 
      Roma, 29 gen. (Adnkronos/Labitalia) - "Regalare un bouquet di fiori italiani per San Valentino". Questo l'appello lanciato da Francesco Mati, presidente della Federazione dei florovivaisti di Confagricoltura. "Per il 14 febbraio - dice a Labitalia - se tutti gli innamorati italiani regalassero un bouquet made in Italy, non solo aiuterebbero il settore, ma darebbero un alto valore aggiunto al regalo, in termini di bellezza e durata".
 
      "Il fiore italiano, a differenza di altre produzioni di altri Paesi - spiega - che coltivano in serra, ha la possibilita' di nascere e crescere direttamente sotto la luce del sole. Questo comporta una durata maggiore del fiore, oltre che una bellezza superiore dei colori".
 
      "Pregi - fa notare Mati - che vengono apprezzati anche da Paesi noti per la produzione florovivaistica come l'Olanda. E proprio gli italiani dovrebbero cominciare ad apprezzare i fiori del Belpaese, piuttosto che preferire quelli che provengono da posti molto lontani".

      SAN VALENTINO: CONFAGRICOLTURA, BOUQUET FIORI ITALIANI REGALO PER AIUTARE SETTORE (2) =
 
      (Adnkronos/Labitalia) - "Quando si sceglie di regalare dei fiori non italiani - sottolinea Mati - si deve sapere che si preferiscono fioriture che hanno una durata limitata perche' sono state in cella frigorifera per molto tempo, magari anche per un mese".
 
      "Non voglio assolutamente fare protezionismo - continua - pero'
in questo periodo scegliere anemoni, ginestre e primule made in Italy significa puntare su un prodotto destinato a durare molto sotto gli occhi della persona cara".
 
      "Fare una scelta del genere - ammette il presidente della Federazione dei florovivaisti di Confagricoltura - significa dare fiducia ai nostri produttori e ai nostri fioristi che, tra l'altro, lavorano in modo eticamente sostenibile sia nell'uso dei prodotti sia nel rapporto con gli operatori del settore. A differenza di altri Paesi che riescono, invece, a spuntare anche prezzi piu' bassi perche'
non hanno alcuna etica nel trattare il prodotto florovivaistico".
 
      (Lab/Ct/Adnkronos)
29-GEN-13 15:44
 
NNNN