02.12.2013

Maltempo: cresce l’allerta nel Mezzogiorno

Pesante la situazione meteo un po’ in tutto il Sud. Confagricoltura con le proprie strutture territoriali sta monitorando la situazione.
In Basilicata, soprattutto nella provincia di Matera, i nubifragi di ieri hanno provocato l'esondazione dei fiumi Basento, Agri e Sinni con gravi danni, anche alle coltivazioni ed alle strutture di alcune aziende agricole.
Intere zone sono in emergenza e sono molte le persone sfollate, secondo il bilancio provvisorio della Regione, in cui prosegue l’allerta per il persistere di precipitazioni con rovesci di forte intensita'.
Anche in Puglia la situazione desta allarme. Nella giornata di domenica le piogge continue hanno fatto registrare allagamenti nelle campagne e nei centri abitati, generando disagi alla viabilita' per presenza di fango, acqua e detriti su molte strade provinciali e statali, e provocando la tracimazione di canali e torrenti. I Comuni piu' colpiti sono quelli del Subappenino Dauno, del Nord Barese, del Salento e dell' Arco Jonico Tarantino. I Comuni di Ginosa e Castellaneta sono stati nuovamente interessati da allagamenti dovuti sia alle piogge sia all'esondazione dei fiumi Lato e Bradano. Nel Foggiano esondati i torrenti Candelaro, Carapelle e Cervaro, con disagi alla viabilita' e allagamenti per lo piu' in zone agricole. Sembra che proprio abbia causato ieri sera il deragliamento di un treno con due persone a bordo.
In Calabria, in particolare Catanzaro, una violenta mareggiata ha travolto le strade del lungomare con fango e detriti.
Maltempo anche sul litorale adriatico in Abruzzo, nelle province di Chieti, Pescara e Teramo, dove ci sono state frane che hanno reso impraticabili alcune arterie stradali importanti di collegamento con altre regioni. (ap)