03.12.2014

Expo 2015 e Alimentazione: Confagricoltura aderisce al Protocollo di Milano

Anche Confagricoltura ha aderito al Protocollo di Milano, un accordo globale sull'alimentazione e la nutrizione, che verrà presentato domani 4 dicembre nel corso della sesta edizione del “Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione”.
 
E’ una iniziativa di estrema importanza, a cui partecipano numerose Organizzazioni nazionali ed internazionali, che ha come obiettivo quello di conseguire modelli di consumo e di produzione più sostenibili, con particolare riferimento alla riduzione dello spreco alimentare, alla eradicazione della fame a livello mondiale, alla diffusione di diete più equilibrate, alla tutela dell’ambiente. Tutti temi importanti che saranno sviluppati ad EXPO 2015.
 
Il Protocollo è frutto di lunghe mediazioni e rappresenta un punto di partenza, e non di arrivo, per affrontare in modo più specifico le tematiche proposte. In tale contesto l’impegno di Confagricoltura sarà volto a sviluppare tutto quello che c’è di positivo nei settori della green economy ed a promuovere tutta l’innovazione necessaria per favorire  la lotta ai cambiamenti climatici e per migliorare la dieta delle popolazioni.
 
In questo quadro, Confagricoltura ha presentato una serie di considerazioni e proposte di miglioramento al Protocollo in relazione all’importanza della produzione animale, che contribuisce a fornire proteine nobili a cui tutti hanno diritto di accedere, ed allo sviluppo della bioeconomia, che è uno dei capisaldi per la lotta ai cambiamenti climatici.
 
Segnalata anche la necessità di affrontare in modo equilibrato la questione relativa alla gestione finanziaria dei mercati delle commodities agricole, attraverso proposte che ne migliorino la sua evoluzione, tenendo conto che può essere un elemento di potenziale regolazione e di moderna gestione dei mercati.
 
Confagricoltura si sta impegnando direttamente su questi temi anche attraverso il progetto Ecocloud, che ha proprio come obiettivo quello di diffondere le buone pratiche sostenibili nel settore agricolo, favorendone la loro applicazione anche attraverso il sostegno della ricerca e dell’innovazione.
 
Proprio recentemente il nostro progetto, durante le settimana contro lo spreco alimentare, ha ricevuto una menzione speciale per la diffusione di buone pratiche che riducono le perdite alimentari nelle aziende agricole.