01.08.2018

Credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali: pubblicato il decreto attuativo

Il 24 luglio 2018 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 170 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n.90 del 16 maggio 2018 che regola l’attuazione sul credito di imposta su investimenti pubblicitari incrementali (previsto dalla Legge di Bilancio 2018).
E’ stabilito per il 2018 lo stanziamento di 62,5 milioni di euro complessivi, di cui 50 milioni per gli investimenti sulla stampa e 12,5 milioni per gli investimenti da effettuare nel 2018 sulle emittenti radio-televisive.
Possono beneficiare del credito d’imposta tutte le imprese e i lavoratori autonomi (indipendentemente da natura giuridica, dimensioni aziendali, regime contabile); e gli enti non commerciali, a condizione che l’investimento sia incrementale rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, ossia deve avere un valore complessivo che superi di almeno l’1% quelli realizzati nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione, ovvero sugli stessi tipi di canali informativi.
Il credito è pari al 75 % del valore incrementale degli investimenti effettuati ed al 90 %, nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative.
Sono ammissibili al credito d’imposta gli investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali su giornali quotidiani e periodici, nazionali e locali, anche online, ovvero nell’ambito della programmazione di emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.
Il credito d’imposta è alternativo e non cumulabile con ogni altra agevolazione prevista dalla normativa nazionale, regionale o comunitaria; esso è inoltre utilizzabile esclusivamente in compensazione, tramite il modello F24.
Per beneficiare di questo incentivo occorre presentare una specifica istanza telematica (“prenotazione”), utilizzando il modello di comunicazione telematica già disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate, con le relative istruzioni.

Per l’anno in corso, la finestra per la prenotazione si apre dal 22 settembre prossimo ed entro il 22 ottobre.
 
Per maggiori informazioni si rimanda alla circolare n. 15951 del 1 agosto 2018 (fiscale@confagricoltura.it).