29.01.2018

Legge di stabilità: NOVITÀ PER ENOTURISMO

La legge di stabilità ha definito il quadro di riferimento per le attività di enoturismo, specificando innanzitutto quali attività rientrano nella definizione di “enoturismo” - ovvero le attività di conoscenza del vino espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, la degustazione e la commercializzazione delle produzioni vinicole aziendali e le iniziative a carattere didattico e ricreativo - ed applicando all’enoturismo le stesse disposizioni fiscali dell’esercizio di attività agrituristiche (art.5 L.413 /1991), che prevedono l’applicazione del coefficiente del 25% ai ricavi conseguiti per la determinazione del reddito imponibile e la detrazione forfetizzata del 50% dell’IVA sulle vendite, ai fini della determinazione dell’IVA detraibile. Linee guida ed indirizzi per l’individuazione dei requisiti necessari e degli standard minimi di qualità saranno definiti con successivo decreto del Mipaaf.

Per ulteriori approfondimenti: legale@confagricoltura.it; 06.6852.229.