27.11.2018

Prende il via il progetto di Efficientamento associativo di Confagricoltura ed Enapra


Parte dal Friuli venezia Giulia il progetto di Efficientamento associativo di Confagricoltura.
Ideato da Confagricoltura ed Enapra (ente di formazione della Confederazione), il progetto, che ha l’obiettivo di potenziare e rafforzare la capacità sindacale dell’organizzazione, è stato presentato il 27 novembre 2018 a Palazzolo Dello Stello, in provincia di Udine.

Si tratta – lo ha ricordato il Presidente di Confagricoltura Friuli Venezia Giulia, Claudio Cressati dando il benvenuto ai partecipanti - del primo processo di miglioramento organizzativo, iniziato proprio in Friuli Venezia Giulia dove i vertici di Confagricoltura regionale e provinciale hanno sposato un percorso di condivisione di elementi conoscitivi e strumenti manageriali utili a conseguire una più elevata performance della struttura, rispetto alle attese delle imprese agricole associate.

“Qui in Friuli – ha detto Sergio Vello, Direttore regionale in apertura dei lavori – abbiamo circa 14.000 aziende agricole iscritte al registro imprese che ogni giorno combattono con la burocrazia che è il principale nemico della loro competitività e redditività. E noi, come organizzazione presente sul territorio con alle spalle una storia di 120 anni di attività, intendiamo stare al fianco delle nostre imprese con una qualificata azione sindacale e con servizi adeguati alle nuove esigenze imprenditoriali”.
Obiettivi che richiedono l’impegno e la passione dei collaboratori della struttura territoriale che costituiscono “l’anima e le gambe” su cui si muove l’associazione.

“Confagricoltura pone al centro della sua azione quotidiana la rappresentanza e la tutela dell’impresa agricola: rinnovare e riaffermare la capacità di compiere la nostra mission è un impegno da coltivare giorno per giorno, con il contributo del capitale umano che opera  in tutti i livelli della struttura” – così  ha dichiarato Francesco Postorino, Direttore Generale di Confagricoltura parlando ai dipendenti della Confagricoltura Friuli Venezia Giulia riuniti per l’occasione presso l’agriturismo Olistella.
“Il nostro è un lavoro complesso in un contesto di cambiamenti e di sfide in cui la nostra associazione è chiamata a far leva sulle proprie competenze per scegliere e governare il proprio adattamento rispetto al “contesto”, senza subirlo ma orientandolo.” – ha proseguito Postorino. “Nell’interesse delle nostre aziende desideriamo riaffermare la legittimità, l’autorevolezza e la reputazione di Confagricoltura, sia all’interno del sistema confederale, sia nella più ampia scena economica e politica. La capacità di un’associazione di dare concretezza alla propria mission richiede testa, cuore e azione: tre parole chiavi, semplici, che riassumono ingredienti fondamentali da mettere in campo per il successo dell’organizzazione.

La giornata è poi proseguita con gli interventi della Dott.ssa Alessandra Lattanzi, che ha illustrato un’analisi dell’organizzazione e dei dati della rappresentatività in un’ottica di marketing associativo. Quindi è intervenuto il Dott. Luca Ginestrini, Direttore dell’Organizzativo di Confagricoltura nazionale, che ha fornito ai presenti una rappresentazione dei risultati a tendere dell’Organizzazione. Ed infine, Marco Rangoni di Very Personal Consulting, ha parlato della gestione dei rapporti con gli associati e degli strumenti di comunicazione per gestire tali rapporti nel modo più efficace e soddisfacente.

Un percorso quindi, quello inaugurato ad Udine, volto a rendere l’intera Organizzazione più competitiva e performante in vista delle nuove sfide da affrontare.