05.02.2019

Riparte LET'S Clean Up Europe 2019


A partire dal 15 febbraio 2019 sono aperte le iscrizioni per partecipare al Let’s clean up Europe 2019, l’iniziativa europea per sensibilizzare contro l’abbandono dei rifiuti, tramite la realizzazione di una azione di pulizia straordinaria del territorio.

Si apriranno il 15 Febbraio 2019 le iscrizioni per partecipare al Let’s clean up Europe 2019 per realizzare una azione di pulizia straordinaria del territorio.

Le caratteristiche dell’edizione 2019 in breve saranno:

-     Le azioni si possono realizzare dal 1° Marzo fino al 30 Giugno 2019, preferibilmente fra il 10 e il 12 maggio 2019 con la possibilità di registrarsi entro il 4 maggio 2019;

-     Per partecipare occorre:
  • Identificare un luogo da pulire;
  • Coinvolgere i propri contatti;
  • Promuovere l’azione di clean-up tramite social media (su Facebook, puoi postare le immagini dell’azione di pulizia taggando @LCUEofficial e ti rilanceremo! Su Twitter @LetsCleanUpEU)
Per una guida dettagliata su come organizzare un’azione di pulizia invitiamo a leggere il documento scaricabile da questo link: http://www.envi.info/wp-content/uploads/2019/02/Metodologia-Azione-clean-up.pdf

Maggiori informazioni disponibili su: http://www.envi.info/lcue-2019/ e su http://letscleanupeurope.eu/

Si ricorda che Confagricoltura ha partecipato a due edizioni in collaborazione con il partner tecnico Cascina Pulita e con il coinvolgimento di Confagricoltura Modena.

Nel 2014 si è intervenuti, insieme ai Giovani agricoltori di Confagricoltura Modena, organizzando una raccolta straordinaria di rifiuti presso aziende alluvionate (Allegato 1- Comunicato stampa).

Nel 2015 Confagricoltura ha aderito alla campagna europea promuovendo un evento di sensibilizzazione contro l’abbandono di rifiuti a Modena presso l’istituto Calvi di Finale Emilia. (allegato 2 comunicato stampa);

Quest’anno l’impegno della Confederazione in materia di prevenzione dei rifiuti è indirizzato allo sviluppo della fase operativa del progetto REIWASTE dedicato ad individuare strategie di riduzione dei rifiuti non organici nel settore lattiero caseario proprio dell’Emilia Romagna.