Chi siamo

Confagricoltura Donna è l’Associazione che riunisce le imprenditrici del sistema confederale. L’imprenditoria femminile è una delle componenti più dinamiche del sistema produttivo nazionale: un’azienda agricola su 3 è rosa.

Confagricoltura Donna è impegnata per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile, promuove iniziative di formazione ed informazione, elabora proposte sulle politiche sociali e di genere, con l’obiettivo di rappresentare e diffondere l’idea di un’agricoltura più ampia, aperta ad ambiti sempre più vasti della realtà produttiva e socio-economica.

Le imprenditrici agricole ritengono di dover rivendicare una propria visibilità perché questa può essere utile all’intero sistema agricolo, per quel quid in più che è in grado di apportare.

Con questo spirito venne costituita “Confagricoltura Donna”, il 13 giugno 2012, da cinque imprenditrici ciascuna rappresentativa della rispettiva regione: Marina Di Muzio per l’Emilia Romagna, Paola Granata per la Calabria, Gabriella Poli per la Lombardia, Silvia Parodi per la Liguria, Maria Teresa Melchior per il Piemonte; ne assunse la Presidenza Nazionale Marina Di Muzio.

Negli anni successivi sono entrate nell’Associazione anche Umbria, Sicilia, Puglia e Lazio.

Oggi Confagricoltura Donna si sta radicando sempre di più sul territorio, ma ha una potenzialità forte tutta ancora da esprimere.

Condivisione è la nostra parola chiave, intesa come circolarità dell’informazione.

Lo spirito che accomuna le imprenditrici che aderiscono al progetto di “Donna” è quello di “fare network”, ossia favorire lo scambio di esperienze e di conoscenze fra le associate e dare rilievo al valore positivo del lavoro in rete. Unite e sensibili alle problematiche del momento, declinano la parola produttività insieme con salute, sicurezza e salvaguardia del suolo e della biodiversità, senza perdere di vista il mercato.

In questi punti si può riassumere la mission di Confagricoltura Donna:

  • - Favorire lo sviluppo dell’imprenditoria femminile in agricoltura, studiando anche percorsi alternativi per far conoscere i nostri prodotti, individuando progetti comuni che diano visibilità all’Associazione ed alle nostre imprese e che permettano di scambiare informazioni e conoscenze;
  • - Promuovere la nostra posizione nello scenario delle problematiche agricole;
  • - Essere sempre più presenti sui tavoli politici ed alle altre associazioni;
  • - Seguire progetti di legge come ad esempio abbiamo fatto con la florovivaistica, appoggiando il DDL sul Verde Privato per la defiscalizzazione su investimenti mirati ad incentivare la cultura del verde, creando giardini;
  • - Promuovere iniziative di formazione ed informazione per le associate, realizzando anche collaborazioni con il mondo universitario;
  • - Coinvolgere le altre realtà associative per condividere posizioni e conoscenze;
  • - Tessere una rete fra le associate programmando visite presso le loro aziende ed iniziative per la promozione dei prodotti del territorio.


In questi sei anni, le imprenditrici di Confagricoltura Donna non hanno mai trascurato progetti di solidarietà di genere. L’esempio più significativo è stato, e continuerà ad essere, la partecipazione alla Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne – iniziativa di beneficienza “Clementine antiviolenza” sulle piazze di Bari, Bologna, Cosenza, Cremona, Perugia, Roma. Per una incisività di comunicazione, negli ultimi anni si è data vita a “Campi rosa”, rubrica su “Mondo Agricolo” e sul sito Confagricoltura.

Si stanno studiando nuove forme e progetti di comunicazione.


Confagricoltura Donna
Palazzo della Valle - Corso Vittorio Emanuele II, 101 - 00186 ROMA
Tel: +39 066852.550 - Fax: +39 066852.438
Cell: 334.2169306
confagricolturadonna@confagricoltura.it