Sala de' Rustici

Sempre dall’anticamera di ingresso, si entra in una sala con soffitto a cassettoni quadrati e a croce, rispettivamente con rosoni e corone di alloro dorati, ornato da girali, figurine, fogliami e motivi decorativi (sec. XVI); al centro lo stemma della famiglia de’ Rustici (di rosso alla testa di leopardo accollata ad un artiglio alato, il tutto d’oro) con cui si imparentò Gismonda della Valle il cui figlio Quintilio occupò, alla morte del Cardinale, il palazzo prima che lo stesso, nel 1574, rientrasse in possesso della famiglia della Valle.