Sala Donini

Dalla Sala de’ Rustici, a destra, si entra in una Galleria intitolata ad Alberto Donini, uno dei fondatori della Confagricoltura. Nella Sala è venuto alla luce anche un fregio con amorini di scuola raffaellesca.

La Sala Donini presenta un soffitto a cassettoni con rosoni dorati ove al centro campeggia lo stemma di Andrea della Valle (d’oro a due leoni controrampanti d’azzurro, accompagnati da cinque stelle di rosso disposte a tau; capo d’oro caricato di un’aquila di nero coronata del campo e uscente dalla partizione) sormontato dal cappello cardinalizio entro una corona di frutti e nastri. Il bellissimo fregio cinquecentesco con putti alati sorreggenti festoni di frutti e fiori, reca al centro dei lati minori lo stemma del Cardinale.

Nella parete a sinistra dell’entrata, un camino in marmo decorato nell’architrave con palmette e testine alate; nel capitello delle lesene laterali uno stemma con tre gigli e inchiavature.

Sulla stessa parete sono posti i ritratti dei presidenti della Confagricoltura, dalla fondazione ad oggi; alla sinistra del camino, in bacheca, lo storico labaro confederale.