16.09.2015

Il cibo come medicina. Confagricoltura e Accademia dell'Agricoltura insieme per il convegno "La nutraceutica: la via colorata per la salute"

Gli alimenti-farmaco, ovvero quelli che associano componenti nutrizionali alle proprietà curative di principi attivi naturali saranno i protagonisti del convegno “La nutraceutica: la via colorata per la salute”, organizzato da Confagricoltura e Accademia Nazionale dell’Agricoltura, nel programma degli ”Appuntamenti con la sostenibilità” che l’Organizzazione agricola promuove in occasione di Expo 2015. Momenti di riflessione e dibattito sui temi principali dello sviluppo agricolo e agroalimentare sostenibile, dedicati alle filiere di produzione, all’agricoltura di precisione, a quella sociale, alle agro energie, in linea con il progetto “Ecocloud”, la rete delle aziende sostenibili, nato due anni fa.
 
L’incontro si inserisce nel tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, con l’obiettivo di fornire utili aggiornamenti sugli effetti salutistici degli alimenti per l’uomo, in particolare attraverso la prevenzione di alcune specifiche patologie, valorizzando scientificamente le diverse componenti nutraceutiche.
 
Il convegno si  terrà presso il Parco tecnologico Padano, partner di Confagricoltura per Expo 2015, il prossimo 22 settembre, alle ore 9.30.
 
Nella prima parte del convegno saranno analizzati gli aspetti scientifici del tema insieme ai massimi studiosi del settore a livello nazionale: il Prof. Giorgio Cantelli Forti – Presidente dell’Accademia Nazionale di Agricoltura, la Prof.ssa Silvana Hrelia – Direttore del Centro Biochimica della Nutrizione Università di Bologna, la Prof.ssa Patrizia Hrelia – Presidente della Società Italiana di Tossicologia, il Dr. Arrigo Cicero – Presidente della Società Italiana di Nutraceutica e il Prof. Giovanni Scapagnini della Società Italiana di Nutraceutica.
 
Nella seconda parte saranno presentate alcune  iniziative imprenditoriali, come esempio di opportunità di business, fortemente orientate alla ricerca e innovazione, che questo comparto può portare al settore agricolo.
 
 
 
  
PRIA – Progetti di Ricerca e Innovazione in Agricoltura; LB LYOpharm (in rappresentanza della Rete di imprese Nutribiotech), azienda produttrice di alimenti liofilizzati clinici e dietetici a base di whey protein, specializzata nella ricerca e sviluppo di principi attivi di grande purezza a partire da siero di latte, estratti di origine vegetale, microorganismi e cellule in coltura; BIONAP,  specializzata nella produzione di  estratti vegetali standardizzati utilizzati nel settore dei cosmeceutici e degli integratori alimentari; AURELI MARIO, azienda leader mondiale nella produzione e trasformazione degli ortaggi, che sta indirizzando sempre più la sua attività nel campo della nutraceutica, producendo non solo ingredienti per industrie alimentari, ma anche prodotti salutistici naturali come vitamine, flavonoidi e antiossidanti.
 
Le conclusioni dei lavori saranno affidate al componente della giunta di Confagricoltura Giangiacomo Bonaldi.
 
  
I GIORNALISTI SONO INVITATI