22.06.2018

Brasile: in calo la produzione di cereali

In base ad una comunicazione del governo del Brasile, risulta che il Paese avrà quest'anno un raccolto di 228,1 milioni di tonnellate di cereali, leguminose e semi oleosi, un volume del 5,2% inferiore a quello del 2017 che
aveva raggiunto il record di 240,6 milioni di tonnellate.

Per quanto riguarda i cereali, nel 2018 il Brasile avrà una produzione minore, nonostante l'area coltivata rimarrà praticamente la stessa del 2017 con 61,2 milioni di ettari.

Il calo rispetto all'anno scorso sarà dovuto principalmente alle battute d'arresto nei raccolti del mais (-15,1%) e del riso (-7%).

In controtendenza il prodotto principale, la soia, che dovrebbe avere un aumento dello 0,7% rispetto allo scorso anno, raggiungendo, quindi, il record di 115,8 milioni di tonnellate.

Nonostante questa riduzione, il raccolto di quest'anno supererà sia quello del 2016 (185,8 milioni di tonnellate), sia quello del 2015 (209,7 milioni di tonnellate).

Nel complesso, riso, mais e soia, i seminativi più coltivati in Brasile, rappresenteranno il 92,9% della produzione stimata e l'87% della superficie coltivata.

Rispetto allo scorso anno, le aree di coltivazione della soia sono cresciute del 2,6% e quelle del mais sono scese del 7,3%, cosi' come quelle del riso sono diminuite del 3,6%.

Fonte: Efeagro trmite Agra Press