04.01.2019

Ortofrutta: calano gli scambi commerciali italiani

A fine dicembre scorso Fruitimprese ha reso noti i dati relativi ai primi nove mesi del 2018 del commercio estero ortofrutticolo italiano. Risultano in calo sia le esportazioni (-12,2% in quantità e -3,5% in valore) che le importazioni (-1% in quantità e -1,6% in valore). Il saldo economico, positivo, è di circa 522 milioni di euro (-12,5% rispetto a settembre 2017), mentre in volume il saldo, negativo, è di 62.577 tonnellate.

L'organizzazione, quindi, conferma la vitalità del settore e la propensione all'export delle sue imprese, ma al tempo stesso accende un campanello di allarme sulla crescita dell'import (62.000 tonnellate in più) e sul saldo commerciale che resta positivo, ma che difficilmente tornerà sui livelli del 2017 quando superò il miliardo di euro.

All'embargo russo vengono attribuite le maggiori responsabilità della destabilizzazione degli equilibri del commercio ortofrutticolo intra-europeo, alla base di questa situazione.

Naturalmente è necesario, inoltre, che vengano superate le barriere fitosanitarie, anche stipulando protocolli bilaterali con i Paesi interessati ed in particolare Cina, Messico ed Estremo oriente.

Fonte: Fresh Plaza