28.07.2017

Russia: aumento dell'export di cereali

Ad agosto le esportazioni cerealicole russe potrebbero arrivare ai 4,3 milioni di tonnellate, di cui 3-3,5 milioni di tonnellate di frumento,toccando un picco record per questo periodo dell’anno commerciale.

Lo ha reso noto la società di consulenza agricola SovEcon, informando che l'andamento delle esportazioni cerealicole, soprattutto delle esportazioni di
frumento, registrerà un’impennata a partire dalla seconda metà del mese in conseguenza
dell’arrivo del nuovo raccolto e dei contratti di fornitura precedentemente firmati con l’Egitto che è il maggior importatore mondiale di frumento ed il più grande compratore di frumento russo.

Le esportazioni cerealicole della Russia sono state relativamente lente dall’inizio della stagione poiché le piogge ed il clima freddo hanno ritardato il raccolto.

Al 19 luglio di quest’anno la Russia aveva esportato 1,1 milioni di tonnellate di cereali facendo registrare una contrazione del 6,2% rispetto all’anno precedente.

Le esportazioni di frumento, pari a 520.000 tonnellate, infatti, hanno riportato un calo del 37,8%.

Secondo le stime della SovEcon, a luglio le esportazioni cerealicole hanno raggiunto quota 2,1-2,3 milioni di tonnellate, comprendenti 1,1-1,3 milioni di tonnellate di
frumento, dalle 400.000 alle 450.000 tonnellate di orzo, e circa 400.000 tonnellate di mais.

Fonte: brecorder.com tramite Agra press