19.12.2012

Terremoto: dalla UE un sostegno concreto per la ripresa

“Un passo concreto della Commissione europea favore dell’agricoltura italiana”. Così Mario Guidi, presidente di Confagricoltura, commenta l’autorizzazione all’Italia che dà  il via ad un regime di aiuti di Stato per 2,66 miliardi di euro a sostegno della ripresa dell’agricoltura italiana dai danni provocati dai terremoti che hanno colpito, lo scorso maggio, Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.
Gli aiuti, fortemente voluti da Confagricoltura, serviranno a consentire il recupero dell’attività produttiva. Un migliaio di imprese agricole attive nella produzione, trasformazione e commercializzazione dei  prodotti agricoli potranno così permettersi di ripartire.
”Servono le risorse necessarie per una completa ripresa – ha detto Mario Guidi – ecco perché abbiamo mantenuto, in tutti i modi, i riflettori accesi su queste terre così duramente colpite, così importanti per il made in Italy e per il contributo che danno al Pil nazionale”.
“Sarà ora fondamentale che gli aiuti possano arrivare velocemente alle aziende e non trovino intoppi, né ostacoli burocratici per essere completamente fruibili secondo le effettive necessità – conclude il presidente di Confagricoltura –. Non è possibile, nelle aree colpite dal sisma, continuare a far conto solo sulla forza e sulla volontà di ripresa della popolazione”.