06.06.2012

Imprenditori di Confagricoltura offrono in dono al Papa le ciliegie di Bisceglie

Una delegazione di imprenditori agricoli di Confagricoltura di Bisceglie (BA), in udienza da Papa Benedetto XVI, ha portato in dono un cesto di ciliegie, il prodotto simbolo di questa terra.
“Al Santo Padre abbiamo offerto questo dolce frutto primaverile, che rappresenta la stagione della rinascita e che speriamo contribuisca ad alleviare tutte le amarezze di questo momento – dice Giacomo Patruno, vicepresidente di Confagricoltura Bari -. La ciliegia esprime onestà, dolcezza e fortuna, ed è spesso nelle rappresentazioni sacre, in particolare quelle della Madonna con Gesù bambino”.

La delegazione in udienza da Benedetto XVI, oltre al vicepresidente di Confagricoltura Bari, era composta dal consiglio direttivo di Bisceglie dell’Organizzazione, dal presidente del Consorzio della Ciliegia Tipica ed era accompagnata dall’Arcivescovo di Acerenza, Don Giovanni Ricchiuti.

Molto importante in tutto il territorio del Barese, la coltivazione della ciliegia è concentrata principalmente nel nord e nel sud est del capoluogo. A Bisceglie si produce il 20% delle ciliegie italiane, in diverse varietà, tra cui la famosa “Ferrovia”. 

Il consorzio della Ciliegia Tipica di Bisceglie, attraverso una certificazione volontaria di prodotto, ne garantisce le caratteristiche (oltre alla varietà, la qualità e la provenienza). La commercializzazione avviene principalmente attraverso la GDO nazionale, i mercati di Germania e Gran Bretagna e gli USA.