26.07.2013

Decreto Del fare, Agrinsieme: "Bene le novità introdotte per l'agricoltura, ma vanno eliminati i nuovi oneri burocratici per le imprese"

Roma, 26 luglio 2013 – “Apprezziamo le novità per l’agricoltura e le agevolazioni contributive anche per i lavoratori delle cooperative agricole delle zone montane e svantaggiate che dimostrano l’attenzione per il settore. Bene poi aver previsto una tutela più efficace dei diritti delle imprese. Occorre però evitare il pericolo di aumentare gli oneri burocratici a carico delle aziende”. Questo il commento di Agrinsieme (il coordinamento di Cia, Confagricoltura, Alleanza delle Cooperative) sul Dl "Del Fare", che la Camera ha approvato oggi e passa al Senato.

Ad avviso di Agrinsieme “il rilascio del D.u.r.t. (documento unico di regolarità tributaria) creerebbe difficoltà operative ed applicative nei rapporti economici e rallentamenti nei pagamenti. Si tratta di una disposizione che contrasta  con la tendenza in atto di semplificazione amministrativa e fiscale e pure con i principi racchiusi nello ‘statuto della impresa’, laddove si introduce un onere per le aziende, senza una precisa valutazione delle conseguenze”.

Agrinsieme  invita quindi “il Parlamento ed il Governo, a rivedere questa scelta non potendosi gravare il mondo produttivo, dell’esecuzione di controlli che devono interessare la Pubblica Amministrazione e non altri soggetti”.
 
***
Agrinsieme è il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative agroalimentari, che a sua volta ricomprende Agci-Agrital, Fedagri-Confcooperative e Legacoop Agroalimentare.