08.08.2014

DL Competitività, Guidi (Confagricoltura): "Passi avanti verso la modernizzazione dell'agricoltura. Puntiamo a centomila nuovi posti di lavoro"

“La conversione in legge del DL Competitività segna passi avanti, importanti, verso la modernizzazione del settore agricolo, sono state accolte molte nostre proposte e sollecitazioni”. È questo il commento del presidente di Confagricoltura, Mario Guidi,  sulla legge varata ieri, in tarda serata, dal Senato.
 
“Avevamo chiesto e sono state recepite, nella legge approvata, norme dirette a rafforzare i contratti di rete e l’aggregazione settoriale ed intersettoriale e poi incentivi per le assunzioni  e l’istituzione di una rete del lavoro di qualità – sottolinea Guidi - . Significative anche le disposizioni per l’alleggerimento burocratico dei controlli, la semplificazione ed un credito di imposta per l’e-commerce, che vanno proprio nella direzione auspicata da Confagricoltura.  Dalla concreta attuazione degli interventi indicati stimiamo la creazione di centomila posti di lavoro. E questo costituisce un contributo significativo che il settore agricolo può e vuole portare alla crescita e allo sviluppo dell’occupazione in Italia”.
 
“Gli indicatori economici registrano – osserva Guidi -  una fase di profonda trasformazione dell’agricoltura, che si rinnova, punta sull’esportazione e sull’innovazione, è attenta alla sostenibilità ed all’ambiente, cerca moderne intese di filiere. Siamo nel pieno  di una transizione non facile e che la crisi ha accelerato; il provvedimento varato da governo e parlamento prende atto del percorso avviato e opera coerentemente con esso”.
 
“Certo ora – conclude il presidente di Confagricoltura  - bisognerà intervenire per diminuire la pressione fiscale sulle imprese e sulle cooperative agricole diventata insostenibile e che finisce per frenare, se non addirittura  compromettere, il processo di crescita”.